Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
DVB-T2, il digitale terrestre di seconda generazione ed il rilascio della banda 700 entro il 2022
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Improvvisa scomparsa del bassista Angelo Nacca: ne parliamo con Stefano Ferro ..
•15/10 - Pierluigi De Luca, 30 anni di musica sulla strada dove camminare
•13/10 - Foscor, ombre catalane .. tra dark rock e metal ..
(altre »)
 
 Recensioni
•19/10 - Giuni Russo – Armstrong (GiuniRussoArte/Pirames, 2017)
•16/10 - Davide Viviani - L'Oreficeria
•15/10 - Procol Harum- Roma (Auditorium Parco della Musica) 9/10/2017
(altre »)
 
 Comunicati
•19/10 - Negramaro, nuovo tour negli Stadi nel 2018
•18/10 - Serino, Pincini e Vignali aprono la stagione di concerti a Tor Vergata con Bach e Vivaldi
•17/10 - Inaugura la stagione serale della IUC con Le Nozze di Stravinsky in garganico
(altre »)
 
 Rumours
•19/10 - Cristina D'Avena, ecco i big che duettano in Tutti cantano Cristina
•18/10 - Solitude 2.0 nuovo video e singolo per i Mantram
•18/10 - Marco Martinelli, il nuovo singolo è Condizionale Presente
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 26/09/2017 alle 10:03:59
Remo Anzovino – Nocturne (Sony Music 2017) l’avvocato compositore esalta l’uomo in toto, dalla sua solitudine ai momenti belli in cui plana sul mondo ..
di Giancarlo Passarella
Con un titolo cosi’, e’ ovvio che si pensa ai lavori di Chopin ed alla letteratura decadentista, ma invece questo suo ottavo disco e’ un viaggio musicale dentro di noi ed a tratti si evolve in momenti straordinari…

Con un titolo cosi’, e’ ovvio che si pensa ai lavori di Chopin ed alla letteratura decadentista, ma invece questo suo ottavo disco e’ un viaggio musicale dentro di noi ed a tratti si evolve in momenti straordinari…

Entrato nella famiglia degli Yamaha Artist, Anzovino pubblica Nocturne a 5 anni dal precedente disco: non ha infatti fretta, tra una causa legale, una analisi sulle nuove norme del diritto amministrativo e la lettura di un manuale di procedura penale..

Venerdì 29 Settembre è la data ufficiale di pubblicazione di Nocturne e devo ringraziare lo staff di Parole&Dintorni per avermelo spedito in anteprima: trovo ammaliante (e pieno di energia) il secondo brano dedicato al coraggio di Galileo Galilei, mentre tutti gli altri sono legati da un impalpabile file rouge che potremo definire (concordando perciò con la comunicazione stampa relativa) di narrazione emozionale, così come del resto si era prefisso lo stesso Remo Anzovino. Lo si evince dalle note all’interno dell’elegante package (in italiano ed in inglese, a dimostrazione di come la sua musica sia fortunatamente di respiro internazionale..), quando afferma ..Ho immaginato un uomo… uno qualsiasi… non importa di quale latitudine od estrazione sociale, la cui caratteristica fosse l’appartenenza al mondo di oggi. Ho fantasticato che costui (nell’unità temporale di una notte soltanto, ascoltando queste composizioni) potesse vedere parte del suo passato e parte del suo futuro.. riflessioni queste che mi sento di condividere, anche se vorrei poterle ampliare nella loro valenza: infatti brani come Universi (ma anche in parte Istambul) mi hanno condotto per mano (facendo leva sui reconditi ricordi ancestrali) anche su dimensioni geografiche e storiche di cui poco sappiamo, magari illudendosi invece di esserne profondi conoscitori. Narrato con modestia, quel brano è pregno di sapori ed atmosfere che vanno colte soprattutto dall’alto, planando su territori geografici plasmati dal lavoro umano che continua da secoli e secoli…

Ma Nocturne è veramente una bella colonna sonora dei nostri pensieri che si ricorrono, magari in modo disordinato e senza una apparente logica o canovaccio. Lo stesso Remo Anzovino (sempre all’interno del cd) racconta altre "regole" che l’hanno spinto a comporre questo tipo di musiche, Afferma infatti che ..La cifra di questa musica è la descrizione della solitudine umana e contemporaneamente il racconto della bellezza della vita, un racconto tanto più forte quanto più chiara risulta la caducità e la casualità dell’esistenza..

Il cd scorre sul mio lettore e magicamente la mia gatta si avvicina a me, quando siamo al decimo brano: sonnecchia quando partono le prime di In your name e muove ritmicamente la coda, segnalando calma e piacere. Ed allora hanno più valore le parole dell’artista, quando ci dice che ..la prima ragione di questo viaggio musicale è quindi portare gli altri al centro della musica, è offrire agli non ciò che si aspettano, ma ciò che penso faccia loro bene: qualcosa che parli di loro stessi..

“Nocturne” è stato registrato tra Tokyo (JVC Victor Studio), Londra (Abbey Road), Parigi (Les Studios Saint Germain) e New York (Brooklyn Recording), è moderno e incisivo. E’ stato prodotto, registrato e mixato da Taketo Gohara, con gli arrangiamenti orchestrali di Stefano Nanni che ha anche diretto la London Session Orchestra. Tra i musicisti internazionali di grande livello che hanno prestato la loro sensibilità al progetto, ci sono, tra gli altri, al violino cinese Masatsugu Shinozaki, primo violino dell’Orchestra Sinfonica di Tokyo, l’armeno Vardan Grygorian, considerato tra i migliori interpreti mondiali di duduk e la francese Nadia Ratsimandresy, tra le maggiori virtuose al mondo di ondes martenot e Gianfranco Grisi, inventore del suo cristallarmonio ed insuperabile nell'arte di suonare il vetro..

Track list di Remo Anzovino – Nocturne
1) Nocturne in Tokyo
2) Galilei
3) Hallelujah
4) Estasi
5) Empty house
6) Storm
7) Miss you
8) Still raining
9) Universi
10) Istambul
11) In your name
12) Manhattan 5am
13) The stars
14) Valse pour une femme

Ringrazio Marta Falcon di Parole&Dintorni per la collaborazione.






 Articolo letto 381 volte


Pagina stampabile