Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•12/12 - Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
•10/12 - Luca Bretta - L'1%
•09/12 - Firenze Suona Downtown al Caffe' Letterario Le Murate: un castello incantato con King of The Opera e Verdiana Raw ..
(altre »)
 
 Comunicati
•13/12 - Musica Live: I Giovani X I Giovani, al via a Roma la rassegna con i conservatori italiani
•12/12 - Benji & Fede tornano con Buona fortuna
•11/12 - L'arte viva di Julian Schnabel al cinema il 12 e 13 dicembre con Laurie Anderson e Bono Vox
(altre »)
 
 Rumours
•12/12 - Jovanotti, Oh, Vita! è primo in classifica
•12/12 - Stabili le condizioni di Chris Rea dopo un collasso sul palco
•12/12 - 'E Guarattelle, l'album d'esordio dei partenopei Lab081
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 30/09/2017 alle 16:22:22
Giacomo Voli plana sull’Hard Rock Cafe’ di Firenze per uscire da un labirinto storico
di Giancarlo Passarella
Venerdi’ 29 Settembre una emozionante giornata che l’artista emiliano ha trascorso a promuovere il recente disco solista Prigionieri Liberi, esperienza extra Rhapsody of Fire: composto con la collaborazione di Daniela Ridolfi..

Venerdi’ 29 Settembre una emozionante giornata che l’artista emiliano ha trascorso a promuovere il recente disco solista Prigionieri Liberi, esperienza extra Rhapsody of Fire: composto con la collaborazione di Daniela Ridolfi..

Prima l’intervista per Teleregione Toscana ch86, poi il concerto: serata dedicata a Giacomo Voli, arrivato secondo a The Voice Of Italy 2014 e frontman per le band Teodasia e Rhapsody Of Fire.

Il backstage del nostro incontro (immortalato dalla telecamera di Teleregione Toscana), è stato catturato da una serie di scatti fotografici realizzati da Andrea Del Francia, 17enne visibilmente emozionato nell’incontrare un suo idolo e con una t-shirt dei Vision Divine che comunicava immediatamente i suoi gusti musicali. Ma anche i miei due collaboratori erano soddisfatti di ritrovarsi di fronte ad un vero artista: Sara Gonzalez Benvenuti gli ha chiesto se nel dietro le quinte del famoso programma televisivo ci fossero stati dei curiosi aneddoti, mentre Edoardo Gallorini ha subito dimostrato la sua passione per il rock pesante, individuando un brano che Giacomo Voli aveva appena accennato durante il soundcheck pre intervista.

Alla mia giovane collaboratrice, Giacomo Voli ha raccontato che l’unica cosa negativa è stato non incontrare più quei concorrenti con cui aveva passato belle giornate (anche se poi una di loro è stata la sua complice nel realizzare questo disco e l'altra è Giulia Dagani): con Edoardo ed il sottoscritto invece abbiamo parlato a più raggio della buona musica, passando dagli storici Mercyful Fate a quella interpretazione del brano Impressioni di Settembre che … ci ha emozionato in tv, ma che Giacomo Voli ha accettato di accennarci anche davanti al nostro microfono. Il resto lo scoprirete dallo special tv che andremo presto a montare ..

Con l’ausilio di Riccardo Bacchi (chitarra), Mattia Rubizzi (tastiere e cori), Federico Festa (basso) e Demis Castellari (batteria), l’artista emiliano ha realizzato un disco tra il pop rock ed il rock grunge, come ha dimostrato dal palco del fiorentino Hard Rock Cafè: molti erano i fans venuti espressamente per vedere all’opera colui che è stato battuto solo da Suor Cristina e su cui Piero Pelù ci aveva visto lungo.

Ritornando ai momenti passati a chiaccherare (in quell’angolo del locale fiorentino che Tommaso Dettori sta usando sempre di più per le interviste e che è quasi un salottino..), la mia attenzione si è concentrata proprio sull’ossimoro che sta nel titolo del disco e Giacomo Voli ha definito Prigionieri liberi una sua riflessione su temi come la prigionia, un suo personale percorso verso la felicità e della comprensione di noi stessi. Ma quella copertina, cosa rappresenta? Forse un segreto dei templari o del magico, legato al fantasy?

No.. era un labirinto posta sul pavimento di una vecchia chiesa, ora scomparso… perché i preti si erano stufati dei bambini che lo percorrevano, durante le funzioni religiose…

Già l'odore della terra odor di grano,
Sale adagio verso me.
E la vita nel mio petto batte piano,
Respira la nebbia, penso a te. .








 Articolo letto 875 volte


Pagina stampabile