Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Secondo la banca svizzera UBS, due italiani su tre pensano di vivere sino a 100 anni
 

www.fanzine.net
 Interviste
•17/05 - Gloria Trapani: la musica come mezzo per raccontare e condividere una storia
•10/05 - Quattro domande agli Street Clerks, in uscita con il nuovo disco ..
•04/05 - Ognuno di noi ha un suono: l'intervista inattesa a Davide Peron per l'uscita del suo nuovo disco...
(altre »)
 
 Recensioni
•20/05 - Paola Rossato - Facile (Birdland Studios LAD 26) seguendo le orme di Mia Martini e della tradizione musicale italiana
•17/05 - AA.VV. - Viva! Le canzoni di Dido (Soundido Production)
•17/05 - Ellen River – Last souls (New Model Label NML 155) rock dedicato a chi si sente piccolo in un mondo immenso
(altre »)
 
 Comunicati
•23/05 - Cesare Basile e I Caminanti in tour dal 24 marzo verso il Primavera Sound di Barcellona
•23/05 - Cosmo, il nuovo singolo è Quando ho incontrato te
•23/05 - Dolcenera torna con il singolo Un altro giorno sulla terra
(altre »)
 
 Rumours
•23/05 - L'etichetta Halidon supera il milione di iscritti su YouTube
•23/05 - Laura Pausini, nuove date a Milano e Bologna
•23/05 - The Jesus and Mary Chain tornano in Italia a maggio con Damage & Joy
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 21/10/2017 alle 15:23:52
Mother Nature – Double Deal (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
di Beatrice Bonato
Tornare per essere più forti di prima. Ecco il motto dei tarantini Mother Nature che dopo l’esordio “Skin” del 1999, si erano persi qualche anno dopo. Oggi si sono ritrovati e l’hard rock di “Double Deal” graffia che è un piacere.

Tornare per essere più forti di prima. Ecco il motto dei tarantini Mother Nature che dopo l’esordio “Skin” del 1999, si erano persi qualche anno dopo. Oggi si sono ritrovati e l’hard rock di “Double Deal” graffia che è un piacere.

Quando nel 2013 i Mother Nature hanno ripreso le fila di un viaggio interrotto una decina di anni prima, tutto sembrava non aver mai subito interruzioni. Il feeling, l’entusiasmo e la passione, erano gli stessi di un tempo, nascono così, velocemente ed ispirate dieci nuove tracce che omaggiano l’hard rock degli anni ’70, tra riferimenti agli Aerosmith e ai Bad Company, anche se personalmente in “Pearl” sento echi di certo modern retro rock tipo Jet e Wolfmother, quindi classicità ma anche un’energia maggiore.

La voce di Wlady Rizzi si incunea tra i riff di Luca Nappo che è un piacere, mentre la ritmica di Fracesco Amati alla batteria e Francesco Candelli al basso, fila dritta come un treno.

“Spit My Soul”, “Magnet Girl” e “Double Deal” sono canzoni che valorizzano la personalità del quartetto, ma meglio ancora fanno “Boy, We Gotta Hanfle This”, suggellata da un intervento di tromba che ricorda certi Rolling Stones di fine anni ’70 e la meravigliosa ballata “Ask Yourself”, suggellata da un fine assolo di chitarra, che dimostrano come i Mother nature, non si accontentino della banalità, ma cerchino sempre il colpo ad effetto camuffato da semplicità.

Molto bella anche la copertina, opera del noto illustratore Enzo Rizzi.

In sintesi un disco imperdibile se amate l’hard rock.







 Articolo letto 733 volte


Pagina stampabile