Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/09 - Taberah, anche ai canguri piace il Metallo Pesante…
•21/09 - Hóros, poetica di un attraversamento verticale nella musica di Paolo Cavallone
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
(altre »)
 
 Recensioni
•24/09 - Savana Funk - Bring in the new (Brutture Moderne/Audioglobe); come suonare un genere e renderlo vivo
•23/09 - Rock Prog Italiano 1980-2013 (Arcana, 414 pg, 25 €) di Massimo Salari - Raccontare il prog di ieri ed oggi
•21/09 - Catanzaro, Loredana Berte' esalta e diverte al Festival d'Autunno
(altre »)
 
 Comunicati
•25/09 - Al Mei di Faenza un evetno per i 10 anni dell'etichetta Vrec
•24/09 - Le Vibrazioni tornano con Pensami così
•22/09 - Milano Music Week, dal 19 al 25 novembre
(altre »)
 
 Rumours
•25/09 - Piji Electroswing Project alla Sala Umberto di Roma in Non si uccidono cosi' anche i cavalli?
•24/09 - Gianni Morandi, in 12 mila per lui sul lungomare di Carloforte
•22/09 - Ghali e Noizy insieme in Parku i Lojrave
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 24/10/2017 alle 15:03:42
Vallanzaska: Orso Giallo (Maninalto Records)
di Paolo Polidoro
Nuovo disco per i Vallanzaska dal titolo “Orso Giallo”, che segna anche i 25 anni di carriera, che da sempre affondano le radici nel teatro canzone dedito più alla musica

Nuovo disco per i Vallanzaska dal titolo “Orso Giallo”, che segna anche i 25 anni di carriera, che da sempre affondano le radici nel teatro canzone dedito più alla musica come ci insegnano gli Elio e le Storie Tese piuttosto che al teatro vecchio stampo come ci illuminava Gaber.

Non sono mai stati dediti alla grande poesia romantica ma bensì alla denuncia sociale tra ironiche trovate di stile e quel sound che ahimè li confina in un già sentito a cui probabilmente hanno fatto il callo.

Tra tutto lo ska e l’ironia dovuta e cercata, c’è anche un inaspettato sapore di ferro sporco di una “indie americana”, ci sono quei suoni più espressivi che radiofonici, ci sono i The Specials in un modo assai sfacciato, e non solo per il loro omaggio davvero di stile intitolata “Special”, ma anche brani come “Dubai” o “Butterly” o anche “Soia”: tutte cose davvero efficaci e assai “trasgressive” che i vecchi della didattica comica cantata milanese in un qualche modo si sognano.

Le 25 candeline spente con una grandissima attività in primis e festeggiata con un disco che va consumato con attenzione, un po’ come quando metti su un lp degli Squallor,
fa bene ridere però attenti a quello che stanno dicendo.






 Articolo letto 1318 volte


Pagina stampabile