Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•23/11 - Beppe Chierici – Nuovo Cantacronache 3 (Il Cenacolo di Ares IRM 1561) vivere fuori dal branco, frequentando il bassofondo ..
•11/11 - Radio Vudu’ - Zagor, Charlotte e Altre Avventure (Killer Dogz Music Factory KDMK007) punk rock milanese, scarno, storico ...tra i grandi laghi, il grande spirito con la scure …
•09/11 - Ivana Cecoli - Io non so se tu lo sai (San Luca Sound)
(altre »)
 
 Comunicati
•23/11 - J-Ax e Fedez, arriva la multiplatinum edition di Comunisti col Rolex
•23/11 - Cesare Cremonini, esce Possibili Scenari
•23/11 - Fabrizio De Andrè, la track-list di Tu che m'ascolti insegnami
(altre »)
 
 Rumours
•23/11 - Gianna Nannini, successo in prevendita per il Fenomenale Tour
•23/11 - Little Steven and The Disciples of Soul, rimborsi per le date di Padova e Roma
•22/11 - Diponibile il video di Come è profondo il mare di Lucio Dalla con Luca Carboni
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 24/10/2017 alle 15:03:42
Vallanzaska: Orso Giallo (Maninalto Records)
di Paolo Polidoro
Nuovo disco per i Vallanzaska dal titolo “Orso Giallo”, che segna anche i 25 anni di carriera, che da sempre affondano le radici nel teatro canzone dedito più alla musica

Nuovo disco per i Vallanzaska dal titolo “Orso Giallo”, che segna anche i 25 anni di carriera, che da sempre affondano le radici nel teatro canzone dedito più alla musica come ci insegnano gli Elio e le Storie Tese piuttosto che al teatro vecchio stampo come ci illuminava Gaber.

Non sono mai stati dediti alla grande poesia romantica ma bensì alla denuncia sociale tra ironiche trovate di stile e quel sound che ahimè li confina in un già sentito a cui probabilmente hanno fatto il callo.

Tra tutto lo ska e l’ironia dovuta e cercata, c’è anche un inaspettato sapore di ferro sporco di una “indie americana”, ci sono quei suoni più espressivi che radiofonici, ci sono i The Specials in un modo assai sfacciato, e non solo per il loro omaggio davvero di stile intitolata “Special”, ma anche brani come “Dubai” o “Butterly” o anche “Soia”: tutte cose davvero efficaci e assai “trasgressive” che i vecchi della didattica comica cantata milanese in un qualche modo si sognano.

Le 25 candeline spente con una grandissima attività in primis e festeggiata con un disco che va consumato con attenzione, un po’ come quando metti su un lp degli Squallor,
fa bene ridere però attenti a quello che stanno dicendo.






 Articolo letto 402 volte


Pagina stampabile