Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•23/11 - Beppe Chierici – Nuovo Cantacronache 3 (Il Cenacolo di Ares IRM 1561) vivere fuori dal branco, frequentando il bassofondo ..
•11/11 - Radio Vudu’ - Zagor, Charlotte e Altre Avventure (Killer Dogz Music Factory KDMK007) punk rock milanese, scarno, storico ...tra i grandi laghi, il grande spirito con la scure …
•09/11 - Ivana Cecoli - Io non so se tu lo sai (San Luca Sound)
(altre »)
 
 Comunicati
•22/11 - Nicola Dragotto e Luciano Labrano inaugurano la nuova stagione Be Quiet al Bellini di Napoli
•21/11 - Paìno e Proietti er Cravattaro, opera romanesca di Maurizio Fortini, debutta al Teatro Greco di Roma
•20/11 - Milano Musik Week, iniziata la kermesse con musica e artisti
(altre »)
 
 Rumours
•22/11 - Diponibile il video di Come è profondo il mare di Lucio Dalla con Luca Carboni
•22/11 - Gianni De Berardinis presenta Priceless (il suo cd come cantautore..!) Martedi' 5 Dicembre a Milano
•21/11 - Mercoledi' 22 Novembre su Real Time (canale 31 del digitale terrestre free e in contemporanea su Radio Italia) il live di Francesco Gabbani
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 07/11/2017 alle 16:48:07
Dayme' Arocena al Live Alcazar per il Roma Jazz Festival
di Alessandro Sgritta
Martedi' 7 novembre al Live Alcazar di Roma il concerto della cantante, compositrice, arrangiatrice e band leader cubana Dayme' Arocena con il suo quartetto, che dopo l'esordio Nueva Era presenta il secondo disco Cubafonia per il Roma Jazz Festival.

Martedi' 7 novembre al Live Alcazar di Roma il concerto della cantante, compositrice, arrangiatrice e band leader cubana Daymé Arocena (nella foto) con il suo quartetto, che dopo l'esordio "Nueva Era" presenta il secondo disco "Cubafonia" per il Roma Jazz Festival 2017.

Stasera al Live Alcazar, il nuovo spazio multiculturale nel Centro di Roma, a Trastevere, il concerto di Daymè Arocena Quartet. Daymé Arocena viene da Cuba e ha solo ventiquattro anni, ma sono già in molti ad indicarla come una delle artiste più interessanti emerse negli ultimissimi tempi. Del resto, il titolo del suo disco d'esordio parla chiaro: “Nueva Era”. La voce di Daymé rappresenta il nuovo corso che l'isola caraibica sta prendendo. Si presenta sul palco in abiti candidi, che contrastano con il nero intenso della pelle: ma non si tratta solo di estetica, bensì di motivazioni spirituali, legati alla sua adesione alla religione della santerìa (è particolarmente devota a Yemanjà, la dea del mare che rappresenta la rinascita della vita). Tra i suoi modelli, cita i musicisti cubani e brasiliani, ma anche Nina Simone ed Ella Fitzgerald. Insomma, Daymé Arocena rappresenta un ponte tra il passato e il futuro, tra il jazz e il grande oceano delle musiche di tutto il mondo.

"Daymé, con la sua voce e la sua musica, va oltre ogni attesa e nutrendosi della forza della tradizione afro-cubana, dell'atletismo agile del jazz e di melodie pop orecchiabili, ha confezionato un album che suona magicamente come un mash up tra la regina della musica latina, Celia Cruz, e la regina del soul, Aretha Franklin." NPR

Cantante, compositrice, arrangiatrice, direttrice di coro e band leader, carismatica presenza della musica cubana, Daymé Arocena, appena venticinquenne, sta emergendo rapidamente sulla scena internazionale jazz e neo-soul. Con lei, Cuba, ha trovato la "buena vista" che la traghetta appieno nel terzo millennio. Con Cuba pronta a diventare più aperta verso il resto del mondo, l’orgoglio del popolo cubano per un patrimonio musicale unico non è mai stato così puro e vitale. Su queste basi, Daymé Arocena è tornata con il suo secondo album “Cubafonía”. Con le radici ben salde nella tradizione musicale cubana, Daymé ha allo stesso tempo assorbito altre influenze capitalizzando i suoi viaggi degli ultimi due anni.
Si tratta del suo progetto più lucido, interamente realizzato grazie al suo mentore Gilles Peterson, incontrato nel 2012. Daymé apparve, per la prima volta, in un Havana Cultura Mix del 2014, grazie al quale ebbe l’opportunità di lavorare per la prima volta con la figura di un produttore. Dopo accompagnò Gilles nei suoi viaggi volti all’espansione del progetto Havana Club Rumba Sessions, da cui poi è nato un lungometraggio e un album – con la voce della Arocena – per la rivisitazione del genere rumba. Come artista solista ha pubblicato il suo album di debutto “Nueva Era”, acclamato da pubblico e critica, nel 2015, a cui ha fatto seguito un EP, intitolato “One Takes”, del 2016.
L’accoglienza della sua musica ha generato poi una serie di importanti opportunità: ha condiviso il palco con Roy Ayers e la superstar brasiliana Ed Motta prima di lasciare il Worldwide Festival in lacrime di gioia, raggiunse sul palco Miguel Atwood-Ferguson in occasione del suo trionfante Suite for Ma Dukes al Barbican. Ha tenuto concerti da Los Angeles a Tokyo, affascinando il pubblico grazie alla sua magnetica estensione vocale e al suo senso dell’umorismo. Le piacerebbe lavorare con Kendrick Lamar e Anderson Paak.
Nonostante ciò, Daymé non si è fatta distrarre dalla serietà con cui tratta la sua forma d’arte; nata e cresciuta da una cultura musicale esclusiva, si è sforzata di creare un linguaggio musicale coeso che potesse mettere d’accordo i vari dialetti musicali cubani. Questa educazione coinvolgente costituisce il punto di partenza del disco. Formatasi, sin dai nove anni, in uno dei più prestigiosi conservatori di stato a L'Havana, Daymé ha tratto ispirazione da diversi ritmi e stili dell’isola caraibica – dal changüí di Guantanamo, all’onnipresente guaguancó fino alle ballate tipiche degli anni ’70.
Cantato principalmente in spagnolo, Daymé alterna in “Cubafonía” anche il cantato inglese (e un po’ di francese), quando è l’umore a condurla lì. Il nuovo disco è stato prodotto dall’artista di casa Soundway, Dexter Story, mentre gli arrangiamenti sono stati curati da Miguel Atwood-Ferguson.

LIVE ALCAZAR
"Roma Jazz Festival" presenta

Martedi 7 novembre 2017 ore 21,30
DAYMÉ AROCENA QUARTET
Daymé Arocena, voce
Jorge Luis Lagarza, piano
Rafael Aldama, basso
Ruly Herrera, batteria e percussioni.

INGRESSO 15 euro
LIVE ALCAZAR
Via di San Francesco a Ripa,25
Via Cardinale Merry del Val,14
www.livealcazar.com
Info:3394707650 / 380 1037318




 Articolo letto 269 volte


Pagina stampabile