Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Filatelia e musica rock, francobolli e collezionismo discografico: le mille osmosi …
 

www.fanzine.net
 Interviste
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
•17/12 - Bobby Posner tra nostalgia, rimpianti e progetti futuri
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
(altre »)
 
 Recensioni
•18/01 - The Allophones – Muscle Memory (VRec)
•18/01 - Metral Promo (autoproduzione) – Heavy Metal e basta
•17/01 - Cara Calma - Sulle punte per sembrare grandi (Cloudhead Records e Phonarchia Dischi)
(altre »)
 
 Comunicati
•17/01 - Al via la seconda stagione di Variazioni su Tema su Rai5 con Gege' Telesforo
•17/01 - Il Professor Vecchioni e la sua ossessione per il tempo
•16/01 - I Nomadi in concerto sabato 27 gennaio a Roma
(altre »)
 
 Rumours
•17/01 - Ghali il 19 gennaio a Radio 2 Live
•17/01 - Non e' mica da questi particolari che si giudica un cantautore, il 18 gennaio con Pino Marino
•16/01 - Alex Zuccaro premiato a Lecce: valente musicista, arrangiatore e collaboratore di Franco Migliacci, oltre che nell'opera rock sinfonica Stabat Mater ...
(altre »)
Rumours
Pubblicato il 10/11/2017 alle 15:44:32
Addio a Paul Buckmaster producer e arrangiatore
di Lucia Salinas
Paul Buckmaster morto a 71 anni. Violoncellista e compositore, fu uno dei precursori nell’uso delle sezioni d’archi nel rock. Ha firmato gli arrangiamenti di capolavori come Space oddity di David Bowie, di storici album di Elton John.

E' morto a 71 anni Paul Buckmaster. Violoncellista e compositore, fu uno dei precursori nell’uso delle sezioni d’archi nel rock. Ha firmato gli arrangiamenti di capolavori come Space Oddity di David Bowie, di storici album di Elton John

Per quest'ultimo ha curato album come come Tumbleweed connection e Madman across the water. Londinese di nascita, Paul iniziò a studiare il violoncello a quattro anni: a undici vinse la borsa di studio per la Royal Academy of Music.

Buckmaster ha collaborato con un gran numero di gruppi jazz e di progressive rock tra cui la Third Ear Band, i Nucleus e i Suntreader. Buckmaster incontrò Miles Davis nel 1969 a Londra, e iniziò a studiare con lui a New York nel 1972. Prese poi parte all'incisione di On the Corner (1972), scrivendone gli arrangiamenti e suonando il violoncello elettrico; lo stesso trombettista riconobbe il compositore quale uno dei principali artefici per la riuscita dell'album, anche per avergli consigliato l'ascolto di Bach, che fu una delle principali fonti d'ispirazione per quel lavoro, nonché assai amato da Buckmaster.

La sua collaborazione con Elton John iniziò nel 1970 insieme al produttore Gus Dudgeon, con gli arrangiamenti orchestrali del suo secondo album, Elton John, e contribuì enormemente ai suoi lavori migliori, come Tumbleweed Connection del 1970 e Madman Across the Water del 1971. L'album Friends di Elton John, colonna sonora dell'omonimo film del 1971, in realtà conteneva anche diverse composizioni strumentali di Buckmaster. La collaborazione è proseguita poi saltuariamente fino ai giorni nostri. Nel 1975 scrisse con David Bowie una colonna sonora per il film L'uomo che cadde sulla Terra, ma la musica fu ritenuta non adatta dal regista Nicholas Roeg e fu scartata.

Altri arrangiamenti di Buckmaster furono usati in album di molti artisti tra cui i Rolling Stones, Leonard Cohen, i Grateful Dead, Mott the Hoople, Harry Nilsson, Carly Simon, Faith Hill, Backstreet Boys, The Darkness, Keith Urban e Celine Dion. In Italia ha collaborato con Riccardo Cocciante, Angelo Branduardi, Mina e Teresa De Sio. La madre era d'origine napoletana.






 Articolo letto 597 volte


Pagina stampabile