Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•14/12 - Unoauno - Cronache Carsiche (Ribéss Records / Audioglobe)
•14/12 - Paul Pedana, un emergente 'alieno' nell'italo-pop
•12/12 - Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
(altre »)
 
 Comunicati
•16/12 - Han, Coma Cose e L I M: la nuova musica italiana al Largo di Roma il 16 dicembre
•15/12 - I Ciuffi Rossi sabato 16 dicembre a Gulp Music (Rai Gulp)
•14/12 - Audio 2, nuovo singolo con Libero come un aliante
(altre »)
 
 Rumours
•15/12 - Adotta un canto all'Auditorium di Roma il 15 e 16 dicembre, da Alan Lomax a De Martino e Carpitella
•14/12 - Traindeville, esce il secondo disco Caffe' Fortuna con ospiti Amy Denio, Edoardo Inglese e Stefano Saletti
•12/12 - Jovanotti, Oh, Vita! è primo in classifica
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 23/11/2017 alle 10:54:37
Beppe Chierici – Nuovo Cantacronache 3 (Il Cenacolo di Ares IRM 1561) vivere fuori dal branco, frequentando il bassofondo ..
di Giancarlo Passarella
Quel razzista culturale di Chierici (un integralista), esalta Monsieur de la Palisse e si confida con Antonio Gramsci, pensando ad Umberto Eco che ben parlò del lavoro dei Cantacronache, attivi a Torino dal 1957 al 1963.

Quel razzista culturale di Chierici (un integralista), esalta Monsieur de la Palisse e si confida con Antonio Gramsci, pensando ad Umberto Eco che ben parlò del lavoro dei Cantacronache, attivi a Torino dal 1957 al 1963.

Il giovanissimo (nello spirito) Beppe Chierici risulta nato a Cuneo il 28 Aprile del 1937, città assai cara anche a Totò.

Chierici è un conclamato razzista, perché a favore dei cantautori anarchici e ne apprezza il loro valore sociale e democraticamente comunicativo: come tale, il Chierici andrebbe interdetto e messo in condizione di non nuocere più.

Purtroppo continua imperterrito a produrre dischi interessanti, invece che stare a coltivare l’orticello dalle parti di Todi: non smette mai di agitarsi culturalmente, anche perché ora è iniziato il suo periodo blu ed illuminato, dopo l’incontro con Dario Faggella ed i ragazzi sardi de Il cenacolo di Ares. Anche loro andrebbero chiusi in un box, portati in giro come fenomeni da baracconi, perché animali ormai assai rari: ma come si permettono di aprirci gli occhi e non lasciarci vivere in questo mondo che è ..uno sfacelo: si stan facendo il pelo (e presto il contropelo) Corano e Vangelo.. in Russia è presidente un satrapo impudente..

Talmente ci mette foga in questi suoi pamphlet che a volte sembra cantare con il fiatone: la sua voce è sempre comunicativa ed ammaliante, ma gli anni avanzano lentamente e la voglia di raccontare il più possibile, sembrano consegnarcelo in uno stato da vecchio guru, sul quale lui un po' ci gioca, anche per sdrammatizzare gli argomenti tosti che ci sta raccontando. Diciamo che ricorda molto quelli che facevano gli antesignani trovatori, trovieri e minnesanger ..
La sua risata alla fine di un brano come Gente di colore è amara, quasi un ghigno sul viso di un dominatore depravato che governa il mondo, vedendo i sudditi che si sbattono contro un muro di gomma. In questo suo narrare in modo semplice (ed in rima baciata), Beppe Chierici è coerente proprio con la storia dei Cantacronache, crogiolo artistico di un gruppo di musicisti, letterati e poeti, sorto a Torino nel 1957 con lo scopo di valorizzare il mondo della canzone attraverso l'impegno sociale. Oltre i fondatori Sergio Liberovici e Michele L. Straniero, vi si distinsero, con diversi ruoli e apporti interni, Emilio Jona, Fausto Amodei, Giorgio De Maria, Mario Pogliotti ed anche Margot Galante Garrone, con cui Chierici ha lavorato anche recentemente.

Una realtà così viene considerata tra i precursori dell'esperienza dei cantautori italiani di qualche lustro dopo. Proprio su questa valenza, Umberto Eco ha scritto ..Se non ci fossero stati i Cantacronache e quindi se non ci fosse stata anche l'azione poi prolungata, oltre che dai Cantacronache, da Michele L. Straniero, la storia della canzone italiana sarebbe stata diversa. Poi, Michele non è stato famoso come De André o Guccini, ma dietro questa rivoluzione c'è stata l'opera di Michele..

Track list di Beppe Chierici – Nuovo Cantacronache 3
1) Canto cosa voglio 5,11
2) Gramsci, adesso ti racconto .. 6,46
3) Gente di colore 4,04
4) Se tutti sapessero 8,27
5) La protesi 7,57
6) Sono razzista 4,45
7) La formica legionaria 4,18
8) La Legapenista 5,14
9) La Cioran-eide 4,31
10) W! Monsieur De la Palisse! 4,07

Ora informatevi sulla sua attività: avete due link finali da cliccare... Il primo vi porta al precedente lavoro di Beppe Chierici (sempre con Il Cenacolo di Ares), mentre il secondo è assai divertente: è il videoclip de brano Gente di colore, da un testo di Léopold Sédar Senghor (poeta africano e primo presidente del Senegal), musica di Giuseppe Mereu.







 Articolo letto 376 volte


Pagina stampabile