Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Dateci ancora dello swing! Dallo show con Renzo Arbore al festival fiorentino …con il coraggio di Don Abbondio!
 

www.fanzine.net
 Interviste
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
•02/11 - Un maestro mai Fermo: Sergio Ciccoli.
•31/10 - Monkey Tempura, jazz contemporaneo e moderno: ne parliamo con Francesco De Palma ..
(altre »)
 
 Recensioni
•14/12 - Unoauno - Cronache Carsiche (Ribéss Records / Audioglobe)
•14/12 - Paul Pedana, un emergente 'alieno' nell'italo-pop
•12/12 - Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
(altre »)
 
 Comunicati
•15/12 - I Ciuffi Rossi sabato 16 dicembre a Gulp Music (Rai Gulp)
•14/12 - Audio 2, nuovo singolo con Libero come un aliante
•14/12 - Classifiche dei dischi, FIMI annuncia novità da gennaio
(altre »)
 
 Rumours
•15/12 - Adotta un canto all'Auditorium di Roma il 15 e 16 dicembre, da Alan Lomax a De Martino e Carpitella
•14/12 - Traindeville, esce il secondo disco Caffe' Fortuna con ospiti Amy Denio, Edoardo Inglese e Stefano Saletti
•12/12 - Jovanotti, Oh, Vita! è primo in classifica
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 01/12/2017 alle 10:16:46
Looking outside – Tales from the sea (cd 2017) memorie prog rock per narrare di viaggi immaginari, nei golfi difesi solo dalle sirene
di Giancarlo Passarella
Package chic, grafica retro’ e scritte fatte con il pennino intriso nella china: vecchie mappe ingiallite dal tempo e tre musicisti riminesi che danno sfogo alla loro personale ricerca del tempo perduto.

Package chic, grafica retro’ e scritte fatte con il pennino intriso nella china: vecchie mappe ingiallite dal tempo e tre musicisti riminesi che danno sfogo alla loro personale ricerca del tempo perduto.

Tutti i brani di Tales from the sea sono stati tutti composti e suonati da Alessandro Bianchi, Gabriele Lombardini, Emiliano Marconi. Special guest: Federico Mecozzi: violin and viola. Andrea Anastasi: arrangements, mixing and mastering.

Il canovaccio del progetto è chiaro: composizioni musicali in cui dare voce alla voglia di librarci (seguendo ovviamente quel volteggiare circolare dei gabbiani), guardare con lo sguardo come i delfini corrono paralleli alla nostra nave e soprattutto mettersi a prua per cercare di scorgere (tra i flutti) una sagoma che ci faccia gridare di aver visto una sirena o… financo un tritone!

Il ritmo di questo nostro viaggio è dettato dall’esperienza del nocchiero ed infatti il terzo brano del disco (che si intitola Captain) è quello con il piglio più battente e possiede una energia ritmica e cadenzata! Recita il comunicato stampa ..."Tales from the sea" è un concept album legato al mare. I suoi 10 brani racchiudono vari stili e generi musicali, che vi accompagneranno in un viaggio tra realtà, illusione e fantasia, dove ognuno è libero di attraccare nei luoghi che la propria immaginazione suggerisce... ma tutta la grafica riporta a luoghi marini, dove i pirati (magari poi nominati Sir per i servigi resi alla Corona ..) sono gli incontrastati dominatori.

Un disco come questo è il naturale sottofondo per documentari ambientati in ambito acquatico: non avrebbero infatti lo stesso effetto se fungessero da soundtrack per un servizio sulle Tre Cime di Lavaredo o sui problemi dei mufloni o degli stambecchi in alta quota: non esiste infatti un nesso intrinseco tra la musica del progetto Looking outside ed immagini che non scatenino nella nostra mente un senso di umido sulla pelle e di salmastro tra i capelli.

Looking Outside è un gruppo musicale riminese costituito da tre persone:
- Alessandro Bianchi: guitar
- Gabriele Lombardini: keyboard, drum and bass
- Emiliano Marconi: guitar

Interrogati sul loro modus operandi, hanno dichiarato ..La musica che proponiamo può essere classificata come soundtrack. I nostri brani sono interamente strumentali e abbracciano vari stili e generi musicali, per lo più musica orchestrale fusa con rock, metal, epic, progressive, elettro.. Tutti i brani nascono da immagini, con la musica cerchiamo di descrivere ambienti, personaggi, stati d’animo e suggestioni. Il proposito è quello di accompagnare l’ascoltatore in un viaggio musicale tra illusione e realtà, dove possa dare libero sfogo alla propria immaginazione..

Ammaliante il crescendo languido del quinto brano Sighthouse è infatti uno dei momenti più coinvolgente dell’intero disco. Quale futuro pubblico può avere un disco così? Sarebbe bello vedere il trio in concerto per una suite, dove miscelare immagini e magari anche danza ..ma in Italia è assai difficile fare eventi del genere! Forse nell’ambito della musica classica si potrebbe andare a bussare alla porta di qualche illuminato direttore artistico...

Vi consiglio di cercare di avere il disco fisico, perché (come ho già anticipato) il package è interessante ed impreziosito dai testi di Valentina Secci: ogni brano è così completato dalle sue riflessioni e questo rende circadiano il tutto .. ed ognuno dei 10 componimenti diventano quadri di una esposizione.
L’unico aspetto negativo del disco è la totale mancanza di professionisti nella promozione: non vi sono loghi/nomi di etichette, editori, uffici stampa, promoter…! Alessandro Bianchi, Gabriele Lombardini, Emiliano Marconi hanno avuto fretta nel fare uscire il disco o ci troviamo di fronte all’ennesima ottusità dello showbiz italiano che non ha visto originalità in Tales from the sea?

Track list di Looking outside – Tales from the sea
1) Discovering a new world 3,57
2) Moonlight 4,38
3) Captain 6,49
4) Sirenes 2,55
5) Sighthouse 3,43
6) Itaca 3,25
7) Mediterranean sunrise 4,19
8) Ship to the stars 4,58
9) Memories 7,10
10) Underwater world 5,23






 Articolo letto 449 volte


Pagina stampabile