Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Mediaset pronta a portare sul canale 66 del digitale terrestre una sua radio
 

www.fanzine.net
 Interviste
•20/01 - Mario Iob: cantare e scrivere la salvezza e il dolore
•12/01 - Isabella Benaglia ci racconta i Thegiornalisti
•24/12 - Akroterion, ai confini delle tenebre.. partendo dallo storico black metal scandinavo
(altre »)
 
 Recensioni
•23/01 - Silent Kingdom Where Secrets Meet (Darknagar Records) – Suggestioni Prog balcaniche…
•22/01 - Keet & more - Overalls (Aloha dischi), una bomba di country folk da ballare
•22/01 - Taleia, il jazz elegante di Franco Finucci
(altre »)
 
 Comunicati
•23/01 - Teho Teardo in tour a gennaio con Music for Wilder Mann
•22/01 - Paolo Cavallone presenta a Rennes Metamorfosi d'amore
•19/01 - Il 24 Gennaio la pianista Cettina Donato in concerto all'Alexander Platz Jazz Club di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•22/01 - Giulio Casale presenta Inexorable in concerto al Teatro Arciliuto
•19/01 - Pubblicato il primo singolo di Roberto Zampaglione dal titolo Che Mi Separa da Te feat Lastanzadigreta.
•18/01 - I Negrita in uscita con la raccolta I Ragazzi Stanno Bene
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 12/12/2017 alle 09:24:46
Silenzio Profondo – Silenzio Profondo (Andromeda Relix/GT Music, 2017)
di Beatrice Bonato
Un esordio strepitoso. La miglior band di metal cantato in italiano degli ultimi. Niente di meno. Questo sono i mantovani Silenzio Profondo. A dispetto della giovane età e della vita che li ha già segnati, o forse proprio per questo.

Un esordio strepitoso. La miglior band di metal cantato in italiano degli ultimi. Niente di meno. Questo sono i mantovani Silenzio Profondo. A dispetto della giovane età e della vita, che li ha già segnati, o forse proprio per questo.

I Silenzio Profondo sono in giro da qualche anno, tempo nel quale hanno maturato uno stile fatto di rimandi ai grandi dell’heavy metal, Iron Maiden, Judas Priest, Metallica ed Anthrax, ma suggellando il tutto con la propria personalità. E la scelta di cantare in italiano è un atto di coraggio da premiare e che ne ingrandisce l’unicità.

Oggi in Italia suonare metal e cantarlo in italiano
è realmente un connubio di incoscienza ed eroismo, ma al quintetto del talentuoso chitarrista Gianluca Molinari il coraggio non manca, visto che hanno deciso di proseguire anche quando, a pochi centimetri dalla conclusione del disco, hanno perso in un tragico incidente stradale l’amico di una vita e chitarrista della band Matteo Fiaccadori. Sono stati mesi difficili, ma poi ha prevalso l’amore per la musica ed oggi abbiamo tra le mani questo esordio ufficiale (dopo alcuni lavori autoprodotti).

Colpisce la produzione: classica, potente e lineare, colpiscono tecnica e scrittura, sempre alla ricerca del giusto connubio. Ma soprattutto colpisce l’abilità del cantante Maurizio Serafini, splendida voce e capacità di coniugare energia e potenza, con la lingua italiana, non testi per nulla banali.

Nascono così “Senzanima”, “A Stretto contatto”, i ritornelli coinvolgenti di “Jack Daniel’s”, “Silenzio Profondo” e “A Stretto contatto”. Non c’è una sola traccia, delle otto presenti, da evitare: puro heavy metal fatto di chitarre che si rincorrono, ritmica senza sosta ed un’attitudine reale, che a vedere i video, dal vivo raggiunge la sua massima espressione.

Silenzio Profondo: una grande promessa del metal italiano!!







 Articolo letto 2213 volte


Pagina stampabile