Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Filatelia e musica rock, francobolli e collezionismo discografico: le mille osmosi …
 

www.fanzine.net
 Interviste
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
•17/12 - Bobby Posner tra nostalgia, rimpianti e progetti futuri
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
(altre »)
 
 Recensioni
•16/01 - Anema After The Sea (Sliptrick Records) – Il lato progressivo di Ortigia
•15/01 - State Liquor Store -Nightfall and Aurora
•15/01 - Beppe Trabona – E’ tempo (cd 2017) da Albenga un disco di puro (e semplice) cantautorato … perché tu sorridi mentre ancora dormi …
(altre »)
 
 Comunicati
•16/01 - I Nomadi in concerto sabato 27 gennaio a Roma
•16/01 - Giorgia, il 19 gennaio esce Oronero Live
•15/01 - Luca Mele vince la tappa di Roma della Milano - Sanremo della canzone italiana
(altre »)
 
 Rumours
•16/01 - Alex Zuccaro premiato a Lecce: valente musicista, arrangiatore e collaboratore di Franco Migliacci, oltre che nell'opera rock sinfonica Stabat Mater ...
•16/01 - Addio a Edwin Hawkins, star del Gospel e di Oh Happy Day
•16/01 - Stasera a Parma la prima del piece teatrale Una Bestia sulla Luna, di Richard Kalinoski con traduzione di Beppe Chierici
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 30/12/2017 alle 11:37:27
DaphnéE – More than one world (Frog Records cd) hard rock & blues orgoglioso per Dafne Lupi
di Giancarlo Passarella
Sul suo profilo Facebook campeggia un primo piano di Peter Gabriel, ma questo disco (prodotto con Andrea Ruffini) risulta fedelmente e brutalmente troppo radicato nel nostro animo, data la bellezza dell’intero progetto!

Sul suo profilo Facebook campeggia un primo piano di Peter Gabriel, ma questo disco (prodotto con Andrea Ruffini) risulta fedelmente e brutalmente troppo radicato nel nostro animo, data la bellezza dell’intero progetto!

Registrato da Gianfilippo Boni al Paso Doble (con le batterie catturate presso il Larione 10 ed il piano al Sonoria Recording Plant, grazie ad Andrea Benassi), questo More than one world ha beneficiato del lavoro certosino di Tommy Bianchi in fase di masterizzazione finale.

Oltre a questo gotha del rock fiorentino, dobbiamo considerare la buona grafica e fotografia curata da Mario Guidi e con Andrea Santini che si è occupato del body painting dell’artista. Ma se questo quadro non fosse abbastanza ricco, seguitemi nell’analizzare la squadra di musicisti che ha suonato nel disco:
- Dafne Lupi, vocals
- Andrea Ruffini, guitar
- Lorenzo Consigli, bass
- Vanni Bruschi, drums
- Saverio Lanza, piano
- Paolo Clementi, viola
- Tiziano Borghi, industrial noises

Un grande sforzo (organizzativo ed economico… mi immagino) che porta Dafne Lupi a livello di molte colleghe di respiro internazionale, valorizzando quello che gli ho già detto personalmente qualche lustro fa: il problema è che vive e lavora nell’ostica Italia, anche se non avrebbe difficoltà ad andare nel Nord Europa per cercare soddisfazione al suo indubbio estro artistico.

Bisogna perciò vedere quali strade ha intrapreso in questi ultimi anni, perché non l’ha fatto, di chi si è fidata, chi invece non ha considerato o chi invece continua a frequentare: solo dopo averla intervistata, posso capire chi le ha tarpato le ali o quali sfortune non l’hanno aiutata, facendole aprire porte sbagliate… magari proprio per realizzare questo disco che è interessante, ma che manca di un vero e proprio produttore artistico che avrebbe sicuramente migliorato alcuni arrangiamenti, mantenendo il livello di tutti i brani sullo stesso piglio degli iniziali Unsofisticated flow e soprattutto Fairytale.

Dall’Australia il 64enne Colin Hay dovrebbe esser soddisfatto della versione del suo brano Who can it be now, portato al successo quando cantava con i Men at work: la versione di Dafne Lupi non stravolge più di tanto l’impianto originale (sostituendo il sax con la chitarra) e ci conferma la bontà di questa artista che ha avuto solo una grande sfortuna: stare in Italia a fare rock ..

Track list di DaphnéE – More than one world:
- Unsofisticated flow 3,34
- Fairytale 4,46
- Boh 4,19
- Congratulations 3,36
- At your side 4,13
- Easy song 3,44
- More than one world 4,13
- Smallow your pride 4,24
- The gardener 4,05
- Tomorrow is on its way 1,27
- Ashamed of you 3,29
- Who can it be now 3,12
- Where the moon shines not 4,13

Ringrazio il dottor Paolo Scarsella per la sua collaborazione sincronica.






 Articolo letto 374 volte


Pagina stampabile