Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Filatelia e musica rock, francobolli e collezionismo discografico: le mille osmosi …
 

www.fanzine.net
 Interviste
•06/01 - Marco Papadia: tradizione e avanguardia nel jazz
•17/12 - Bobby Posner tra nostalgia, rimpianti e progetti futuri
•19/11 - Quel contrabbasso umano di Max Pezzali, tra la seconda generazione punk rock inglese e le nuove canzoni alla radio
(altre »)
 
 Recensioni
•16/01 - Anema After The Sea (Sliptrick Records) – Il lato progressivo di Ortigia
•15/01 - State Liquor Store -Nightfall and Aurora
•15/01 - Beppe Trabona – E’ tempo (cd 2017) da Albenga un disco di puro (e semplice) cantautorato … perché tu sorridi mentre ancora dormi …
(altre »)
 
 Comunicati
•16/01 - I Nomadi in concerto sabato 27 gennaio a Roma
•16/01 - Giorgia, il 19 gennaio esce Oronero Live
•15/01 - Luca Mele vince la tappa di Roma della Milano - Sanremo della canzone italiana
(altre »)
 
 Rumours
•16/01 - Alex Zuccaro premiato a Lecce: valente musicista, arrangiatore e collaboratore di Franco Migliacci, oltre che nell'opera rock sinfonica Stabat Mater ...
•16/01 - Addio a Edwin Hawkins, star del Gospel e di Oh Happy Day
•16/01 - Stasera a Parma la prima del piece teatrale Una Bestia sulla Luna, di Richard Kalinoski con traduzione di Beppe Chierici
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 03/01/2018 alle 18:31:04
Novalisi – Quando mi chiedono dove sei (Indiemood cd)… ma mi hai preso per un taxi alternative rock?
di Giancarlo Passarella
Come legati ad una sorta di contratto, i trevigiani mantengono tutte le promesse e pubblicano un nuovo e.p. dignitoso, come un fermo immagine di una pellicola che scorre lenta e languida, ma emozionante e romantica.

Come legati ad una sorta di contratto, i trevigiani mantengono tutte le promesse e pubblicano un nuovo e.p. dignitoso, come un fermo immagine di una pellicola che scorre lenta e languida, ma emozionante e romantica.

Bel package nella sua semplicità e con i testi ben stampati di ognuna delle 5 canzoni: peccato solo che il nome della band (ed il titolo del disco) è di dimensioni minuscole e con carattere grigio, aspetti che lo rendono non visibile in modo adeguato.

Quando mi chiedono dove sei è un disco che si lascia apprezzare, anche se non rivoluzionario: presenta una serie di fotogrammi di vita vissuta, toccando anche il rapporto con la famiglia dell’amata nella anacronistica Torno da me, dove una cara nostalgia entra ed esce da un album pieno di foto di una storia d’amore. Questo perché i Novalisi (pur muovendosi nel terzo millennio) vivono i dubbi emozionanti di tante e tante generazioni di amanti e fidanzati: questo ce li rende ancora più simpatici, anche perché il loro disco suona bene, nonostante sia stato registrato da loro stessi in sala prove con un iPad ed un iPhone, mezzi satanici di cui i ragazzi ormai non ne possono fare a me. La band ha però avuto il buon senso di non usarli per chatattare, ma per immortale le loro idee musicali su un vero e proprio supporto fonografico.

Questa fase di composizione si è snocciolata tra l’Ottobre del 2017 ed il Marzo scorso, mentre la pubblicazione ufficiale di Quando mi chiedono dove sei è avvenuta un paio di mesi fa: nella loro discografia, questo è il terzo lavoro e quindi possiamo affermare che hanno superato le paure e fobie giovanili, per avviarsi verso un futuro non certo sereno e tranquillo, ma in cui sicuramente vi saranno per loro occasioni (live e non) dove dimostrare la loro potenza comunicativa. Attendi dunque ora alle prossime scelte ed agli eventi dove partecipare ed a quelli da rifiutare: solo con quelle scelte tra il fare ed il non fare, potrà germogliare qualcosa di ulteriormente positivo, dopo che l’humus è stato ben arato da questo Quando mi chiedono dove sei..

Citando infatti il quarto brano Gara, è ben esser consapevoli che...se volessi vincere, dovrei prima conquistare il tuo ego senza fine… per cosa dai rischiare di non aver fiato, neanche per soffocare… corri e poi ti trovi a camminare a testa bassa per la vergogna di non aver vinto niente..Una lezione di vita, velata da un minimo di moralismo intimista, quasi kafkiano e sicuramente introspettivo.

Track list di Novalisi – Quando mi chiedono dove sei
- Taxi
- Torno da me
- Volta stomaco
- Gara
- Lieto fine






 Articolo letto 384 volte


Pagina stampabile