Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•25/03 - Will Ludford Addicted (autoproduzione – promo) – Il suono gentile
•24/03 - HOFAME - Un istante (Goodfellas) il nuovo linguaggio del pop
•23/03 - Anna Ox - Back air falcon dive (Audioglobe)
(altre »)
 
 Comunicati
•24/03 - Nek, il 10 maggio nuovo album e poi tour internazionale
•24/03 - Gli America tornano a luglio in Italia
•24/03 - Ruvio presenta il suo primo disco omonimo a Na cosetta
(altre »)
 
 Rumours
•24/03 - Francesco Renga, in radio L'odore del caffè in attesa del nuovo album
•24/03 - Achille Lauro, il 12 aprile esce 1969
•24/03 - Marco Mengoni inaugura le performance live di Apple Music
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 22/01/2018 alle 00:02:28
Daniele Brusaschetto Demo ‘17 (autoproduzione) – Cantautorato Industrial
di Emanuele Gentile
Con un demo-tape che fa riferimento all’anno passato prosegue l’originale percorso artistico di Daniele Brusaschetto.

Con un demo-tape che fa riferimento all’anno passato prosegue l’originale percorso artistico di Daniele Brusaschetto.

Molto originale... Forse di più... Daniele Brusaschetto è una figura a sé stante nel panorama c.d. “cantautorale” del nostro paese. Quando noi italiani ci riferiamo a tale termine la nostra mente va subito a De André, Guccini, Gaetano, Bersani, Dalla, Ciampi ed altri ancora. Ossia a un modo ben preciso di intendere l’arte di scriversi la canzone e produrla in pubblico.

Con Daniele Brusaschetto siamo a un modo del tutto differente e nuovo di interpretare il termine.

Infatti, il cantautore torinese trova fonte di ispirazione in tutte le avanguardie stilistiche americane degli ultimi decenni. Diciamo da NIN di Trent Reznor ai Fugazi ai The Jesus Lizards. Quindi, un percorso che lo pone in netta alternativa rispetto a ciò che si pensa comunemente del cantautorato in Italia. Pertanto, la definizione “cantautorato Industrial” non è poi così peregrina.

Come ho già anticipato Daniele Brusaschetto proviene da Torino. Inzia il suo percorso in gruppi Death/Thrash locali. Negli anni novanta si orienta verso soluzioni più articolate e complesse come i Mudcake (Noise Rock), Whip (Industrial) e Down! (un combo che basava la propria espressione musicale sull’improvvisazione). Tale inclinazione al “rumore” si approfondisce sempre di più a partire dagli anni novanta, mentre il musicista piemontese decide di presentarsi semplicemente con il suo nome. Un nome che viaggia molto nel mondo perché si è esibito spesso all’estero.

Il nuovo materiale è un ulteriore approfondimento del suo percorso. I quattro brani presenti nel “Demo ‘17” impressionano per il connubbio rumore-industrial. Sono brani molto violenti. Duri. Tetragoni. Cupi. Sembrano la rappresentazione icastica del mondo di oggi. Ciò che impressiona è l’ossessione ripetitività dei ritmi. Il calcare la mano su certe strutture. Il voler gridare con tutta la rabbia la spirale di ossessione in cui è caduto l’uomo moderno. Io ho provato un senso di gelo estremo ascoltando i brani del demo-tape.

Daniele Brusaschetto è un valore importante della scena musicale italiana poiché è autore di coraggiose iniziative temperamentali e musicali. Solo avendo coraggio si può costruire una musica degna di essere sinonimo dell’animo umano. Un musicista di assoluto valore mondiale.

Track-list:

“Stag Beetle”
“The Unreal Skyline”
“Splattering Purple”
“From a Tight People”





 Articolo letto 2100 volte


Pagina stampabile