Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Il crollo di Twitter e Facebook: speculazione commerciale o ritorno ai rapporti umani reali?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/08 - Grazy ci racconta il tormentone dell'estate Kinder Pinguì
•15/08 - I Secondamarea presentano Slow in Agritour 2018
•09/08 - Santino il Precario sta proprio messo male, ma il videoclip del suo brano Vieni nella Daunia invece e' messo bene ...
(altre »)
 
 Recensioni
•02/08 - Matteo Perifano - Uomo Europeo l'omaggio a Battiato, Branduardi e alla musica da camera
•02/08 - “Misantropi felici” è il nuovo video dei Pennelli di Vermeer
•31/07 - Zizzania - Eclissi (Vrec, 2018) Rock classico che diventa moderno
(altre »)
 
 Comunicati
•15/08 - Ariano Folkfestival dal 15 al 19 agosto con Bandabardo' e Calypso Rose
•10/08 - Kaiju: Smile Upon The Sea è il primo video estratto dall'omonimo album della band.
•08/08 - Radio Lausberg con Erriquez nel singolo Paraculo Caterì
(altre »)
 
 Rumours
•16/08 - Madonna Day su TimMusic con 60 brani per i 60 anni della star
•10/08 - Edoardo Bennato in concerto a Vulci, unica data nel Lazio
•08/08 - La giuria del Concorso Nazionale di Composizione Francesco Agnello presieduta anche quest'anno da Ennio Morricone
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 06/02/2018 alle 00:00:19
Attacker Sins of the World (Metal on Metal Records) – Metal Attack
di Emanuele Gentile
Non disturbare il cane che dorme. In altre parole, non svegliate gli Attacker perché se no...

Non disturbare il cane che dorme. In altre parole, non svegliate gli Attacker perchè se no...

Gli Attacker sono uno dei gruppi faro della scena Power Metal degli anni ottanta in America. Formatisi nel 1983 come Warloc cambiano il loro monicker attuale l’anno dopo.

Il loro demo-tape di esordio risalente proprio al 1984 è un cult item di impressionante valore. Per non parlare del loro leggendario album di esordio intitolato “Battle at Helm’s Street” è considerato fra i migliori album di Power Metal di tutti i tempi.

Brani come “The Hermit”, “Disciple”, “Slayer’s Blade” o “Kick Your Face” sono molossi imperituri al più puro e tetragono Power Metal. Nel 1988 abbiamo il secondo album intitolato “The Second Coming”. L’anno dopo si sciolgono per riformarsi nel 2001. Come-back che viene sancito dall’album “Soul Taker” del 2004. Ora è il turno di “Sins of the World” .

La line-up che ha registrato l’albun è la seguente:

Mike Sabatini (batteria);
Mike Benetatos (chitarra);
Bobby "Leather Lungs" Lucas (canto);
Brian Smith (basso);
Pat Marinelli (chitarre)
.

Rispetto alla formazione del demo-tape del 1984 mancano Jim Mooney (chitarra – deceduto), Bob Mitchell (canto) e John Joseph (basso – anch’egli deceduto).

Che dire di questo “Sins of the World”? Questi musicisti hanno superato i cinquant’anni, ma quanto a vitalità ed energia non sono da meno dei musicisti ai primissimi passi. L’album è stupendamente ben registrato poiché permette alla straripante scarica elettrica che gli Attacker producono di essere riprodotta in maniera perfetta e fedele. E’ come trovarsi al centro di un tornado ascoltando “Sins of the World”. Straripante Power Metal connotato da legnate micidiali e devastanti. La voce di Bobby “Leather Lungs” Lucas ringhia e bombarda come pochi nel suo genere. Le chitarre ci scaricano addoso tonnellate di riff da rimanerci secchi. Nel mentre la base ritmica sembra un tuono perenne. Stacchi. Passaggi strumentali potenti. Scorribande elettriche. Velocità supersonica.

In breve, “Sins of the World” è un album che farà andare in sollucchero i fan dell’Heavy Metal più intransigente e ortodosso. Ma anche chi si diletta con altri generi potranno trovare pane per i loro denti in quanto gli Attaccker sono un marchio di qualità. Attacker che si esibiscono spesso lasciando a bocca aperta chi ha la fortuna di assistere ai loro concerti. Semplicemente grandiosi!

Track-list:

"A Time Before the Darkness"
"Sins of Man"
"Carcosa"
"Garuda"
"We Rise"
"World Destroyer"
"Choice of Weapon"
"Archangel"
"By the Will of Crom"
"Where the Serpent Lies"





 Articolo letto 1215 volte


Pagina stampabile