Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La rivoluzione tecnica del digitale terrestre: manca poco, ma ... siamo pronti?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/02 - Feronia: il prog metal per l'era del cambiamento!!
•17/02 - Fleshgore…dalla ex cortina di ferro con furore…
•12/02 - Angelus Rock infreddolito: Roberto Cacciapaglia inizia il tour russo e poi il 5 Marzo parte quello italiano da Firenze ..
(altre »)
 
 Recensioni
•24/02 - Black Hole – Evil In The Dark (Andromeda Relix, 2017) Musica aliena per menti distorte.
•24/02 - Buckshot Facelift Ulcer Island (Paragon Records) – Coraggio fatti uccidere
•23/02 - James and the Butcher - Plastic Fantastic (RNC music)
(altre »)
 
 Comunicati
•24/02 - Non inizia bene neanche questo weekend, il nuovo singolo di Claudia Cantisani
•23/02 - George Harrison, festa di compleanno il 24 e 25 febbraio su VH1
•23/02 - Esce Acoustic Tarab Alchemy, disco d'esordio di A.T.A. tra jazz e canti sufi
(altre »)
 
 Rumours
•24/02 - (Alberto) Bianco presenta il nuovo disco Qu4ttro in tour
•23/02 - Leftlovers, nuovo singolo Ilaria Graziano & Francesco Forni
•22/02 - Ossigeno con Manuel Agnelli su Rai 3 dal 22 febbraio
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 14/02/2018 alle 09:09:11
Antonio Rigo Righetti – Cash machine (NML New Model Label cd 2017) soft rock stars’n’bars nell’animo
di Giancarlo Passarella
Registrato ai Northhouse Studio nel Galles, il quarto disco del bassista modenese (che ho conosciuto ai tempi dei Rocking Chairs) strizza l’occhio a Tom Waits e Johnny Cash, ma anche ad anonimi hobo che suonano la lapsteel.

Registrato ai Northhouse Studio nel Galles, il quarto disco del bassista modenese (che ho conosciuto ai tempi dei Rocking Chairs) strizza l’occhio a Tom Waits e Johnny Cash, ma anche ad anonimi hobo che suonano la lapsteel.

Per il grande pubblico, Rigo è stato il bassista di Ligabue per lungo tempo: la sua frequentazione è durata dal 1994 al 2007, ma in questo disco solista emerge forte il lavoro seminale avuto con i Rocking Chairs ...

Lavoro importante quello con la band dove militava anche il poliedrico Graziano Romani, partendo da quell’esordio con New Egypt, disco pubblicato dalla River Nile Records (emanazione rock della più grande Ala Bianca) per cui sono usciti i dischi di Maurizio Solieri, Gianni Maroccolo con Ivana Gatti, Custodie Cautelari, le Funky Lips ed i miei adorati Lino e i Mistoterital..

Cash Machine non è urlato, arrivando sino a tematiche sussurrate (come in Let the rain fall) che rendono l’atmosfera un po' decadente, quasi noir ..come piace a certi cultori del sound francese! Non ricorda pertanto i grandi rocker americani (tra tutti Springsteen, quello di Nebraska), ma cerca un suo percorso: i passi di Righetti sono perciò felpati, fatti con modestia e rispettosi delle cose che altri hanno già detto, scritto e cantato!

Interessante la presenza di Mel Previte e Robby Pellati: è ovvio che citare nomi così riporti alla comune esperienza con Ligabue, ma ricordo che anche loro con Rigo erano nei Rocking Chairs. Curiosa infine la scelta di andare a registrare nel Galles, propriamente non il centro del rockbiz: ma qui mi fermo, perché non conosco i Northhouse Studio ed il peso di Chris Peet, sia come engineer, sia come chitarrista: magari sono le cose giuste per far emergere dall’animo di Rigo quelle sensazioni che ha dentro da decenni. Magari quegli studios rappresentano l’enzima (cercato da anni) per far fermentare una creatività troppo tempo lasciata in secondo piano, rispetto al suo ruolo di bassista. Se usiamo un paragone ciclistico, diciamo che un gregario come lui si è confessato passista oltre che bassista...ah!ah!ah! E’ d’uopo farsi a questo punto una grassa risata, apprezzando la battuta scontata che mi è scappata fuori…!

Dalla iniziale esperienza con i Rocking Chairs (forgiata da ben quattro album), arriva anche la frequentazione come nomi importanti del panorama rock ovvero Willie Nile, Elliott Murphy e Robert Gordon: a tratti qualcosa spunta in Cash Machine, ma mi sarebbe davvero piaciuto veder germogliare quei semi che sicuramente Rigo ha nel suo animo. Ma forse le mie sono solo nostalgie romantiche, mentre mi accorgo che questa recensione poteva essere più completa e profonda.. .se solo avessi letto prima Schiavoni Blues, il romanzo (parzialmente autobiografico) che Antonio Rigo Righetti ha dato alle stampe. Ed allora avrei monitorato quanto delle atmosfere del bar al Mercato Centrale di Modena (gestito da suo padre) è migrato in questo disco: magari avrei scoperto che l’aria stantia di un bar nel periodo invernale coincide con quel pathos soft di cui Cash machine è pregno..!

Track list di Antonio Rigo Righetti – Cash machine:
- You you you
- All my soul
- I'll stick to music
- BAllerina
- Under your spell
- It's my father
- Happy (with my bass under the snow)
- Come dance with me
- Let the rain fall
- Tadaban

Hanno suonato:
- Rigo = vocals, Fender bass & acoustic guitar
- Mel Previte = electric guitars & mandoline
- Antonio Gramentieri a.k.a. Don Antonio = electric guitar & lapsteel
- Robby Pellati = drums
- Dave Harris = drums
- Chris Peet = acoustic guitars






 Articolo letto 504 volte


Pagina stampabile