Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
•23/08 - Lorella Moretti e Luca Bechelli, quelli di Pippolatico Music, talent scout del Chianti fiorentino..
•18/08 - Dai Queen a Raffaella Carra’, partendo da Colle Val D’Elsa: il duo Daniela Lotti ed Ilaria Di Pasquale, assieme a Flavio Insinna ad Amatrice ..
(altre »)
 
 Recensioni
•17/09 - Elisa Sandrini - Come un tic tac - la magia acustica che rispetta i grandi autori italiani
•07/09 - Imagine Dragons, unica data in Italia, tra pioggia ed una bandiera Rainbow ..
•31/08 - Catanzaro, al Festival d'Autunno con EfeitoBrasil Trio tra la contagiosa allegria e la saudade brasiliana
(altre »)
 
 Comunicati
•19/09 - Torna Avril Lavigne con Head Above Water
•18/09 - Una striscia di terra feconda dal 18 al 22 settembre a Roma con Musica Nuda, Danilo Rea e Stefano Benni
•18/09 - Teatro Palladium di Roma, presentata la nuova stagione
(altre »)
 
 Rumours
•19/09 - Amy Winehouse, il 2 novembre esce il documentario su Back To Black
•18/09 - Cypress Hill, tornano i pionieri dell'hip-hop con Crazy
•15/09 - Un omaggio al cinema muto, arte che tanto ama: Adel Tirant ed il singolo September, con un bel videoclip ..
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 09/03/2018 alle 14:21:24
Krishna Biswas: Panir (RadiciMusic Records) con una lunga sequenza di 3 suite ..
di Paolo Polidoro
Un disco bello da guardare, sicuramente, ma ora diciamo anche questo Panir e' un disco importante anche da sentire, sull’estetica delle pubblicazioni di RadiciMusic Records ho visto che in rete se ne parla in lungo e in largo..

Un disco bello da guardare, sicuramente, ma ora diciamo anche questo Panir e' un disco importante anche da sentire, sull’estetica delle pubblicazioni di RadiciMusic Records ho visto che in rete se ne parla in lungo e in largo..

Toscano di adozione ma in realtà Krishna Biswas ha una famiglia un poco americana e un poco indiana, e poi la sua band di zero elementi lo sostiene, anzi resta seduta a guardare, ad ascoltare, ad emozionarsi nelle visioni di Krishna, lui da solo, sul palco, la chitarra acustica e niente altro attorno, forse una luce, forse neanche gli spartiti,

“Panir” è un lungo viaggio strumentale di chitarra acustica che ti invita all’ascolto attento e ti sgrida per ogni minima distrazione, non è presuntuoso il suo suono, lo è la sua scrittura che sfoggia carattere e competenza di tecniche che sinceramente non conosco, sa quel che sta facendo e te lo vuole mostrare con arte.

La lunga sequenza di 3 suite in 4 brani ciascuna più altri 5 brani indipendenti per un totale di 17 tracce che devo dire che sanno come mettere a dura prova l’attenzione e, ciò che ancora peggio in termini di competenza mia personale, è il doversi confrontare con una composizione tutt’altro che lineare, racconta immagini e dipinge momenti Krishna.

Ovviamente l’ufficio stampa ci consegna anche una lunga descrizione dei brani per poterne seguire il senso logico e l’orientamento, ma io vorrei farne a meno e forse lo consiglio a tutti, la musica di Krishna Biswas ha il potere dell’evocazione, tra andamenti raffinati e concisi, tra dialoghi repentini e ansiosi, tra distese di erba e lunghi orizzonti.

Mi unisco a molta parte della critica quando dice che questo “Panir” è un lavoro da ascoltare con tanto silenzio attorno, e probabilmente non importa saper comprendere, importa aver provato.






 Articolo letto 1166 volte


Pagina stampabile