Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
•23/08 - Lorella Moretti e Luca Bechelli, quelli di Pippolatico Music, talent scout del Chianti fiorentino..
•18/08 - Dai Queen a Raffaella Carra’, partendo da Colle Val D’Elsa: il duo Daniela Lotti ed Ilaria Di Pasquale, assieme a Flavio Insinna ad Amatrice ..
(altre »)
 
 Recensioni
•17/09 - Elisa Sandrini - Come un tic tac - la magia acustica che rispetta i grandi autori italiani
•07/09 - Imagine Dragons, unica data in Italia, tra pioggia ed una bandiera Rainbow ..
•31/08 - Catanzaro, al Festival d'Autunno con EfeitoBrasil Trio tra la contagiosa allegria e la saudade brasiliana
(altre »)
 
 Comunicati
•19/09 - Torna Avril Lavigne con Head Above Water
•18/09 - Una striscia di terra feconda dal 18 al 22 settembre a Roma con Musica Nuda, Danilo Rea e Stefano Benni
•18/09 - Teatro Palladium di Roma, presentata la nuova stagione
(altre »)
 
 Rumours
•19/09 - Amy Winehouse, il 2 novembre esce il documentario su Back To Black
•18/09 - Cypress Hill, tornano i pionieri dell'hip-hop con Crazy
•15/09 - Un omaggio al cinema muto, arte che tanto ama: Adel Tirant ed il singolo September, con un bel videoclip ..
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 07/03/2018 alle 14:31:12
Manu: Distanza 0
di Paolo Polidoro
Si intitola “Distanza 0” e in effetti è la prima pubblicazione ufficiale di Manu, artista, producer e potremmo anche dire cantautore vista la valenza che ha nella sua produzione discografica

Si intitola “Distanza 0” e in effetti è la prima pubblicazione ufficiale di Manu, artista, producer e potremmo anche dire cantautore vista la valenza che ha nella sua produzione discografica.

Parliamo di Pop e R&B passando per sfaccettature classiche di Rap e Hip Hop: ma il tutto sempre senza mai abbandonare il gusto per la bellezza melodica, insomma ci immergiamo a piene mani nel “neomelodico” dell’era moderna dal sound patinato di arie digitali, quasi berlinesi, ottimamente prodotte e assolutamente poco italiane.

Sono 15 inediti per un disco assai massiccio: e se la copertina che ci mostra il nostro di spalle in un colore nero diffuso ci restituisce sensazioni di intimità e profondità quasi silenziose, il mood di questo lavoro segue a ruota: sono brani quasi tutti distesi e morbidamente adagiati sulla riflessione, il suono che mescola a se chitarre acustiche pattern digitali e quella sensazione di avere tra le mani un disco americano che sinceramente fa davvero strano. Manu canta in italiano sia chiaro.

Manu ci riesce a stupire benché i 15 brani non regalino scossoni e sorprese, riesce a stupire perché il disco sa far bene il mestiere, con gusto e competenza e l’ascolto intriga e, personalmente, affascina con questo calore di arrangiamenti che sanno di doversi rivolgere ad un pubblico adolescente senza piegarsi a soluzioni scontate, e quindi veniamo al tema dell’amore, ecco il filo portante, anzi direi l’unico. Amore adolescenziale, ovviamente, piena coerenza, benché Manu non sia proprio un adolescente.

Amore ai tempi delle scuole, amore ai tempi dei social, amore di lei da inseguire e da celebrare. Punto e a capo, un ascolto che elude dalle mie abitudini ma di certo, per come è fatto, farà breccia nel cuore di tanti che ad oggi crescono con questi riferimenti, si vede che dietro c’è tanto mestiere.






 Articolo letto 865 volte


Pagina stampabile