Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•25/03 - Will Ludford Addicted (autoproduzione – promo) – Il suono gentile
•24/03 - HOFAME - Un istante (Goodfellas) il nuovo linguaggio del pop
•23/03 - Anna Ox - Back air falcon dive (Audioglobe)
(altre »)
 
 Comunicati
•25/03 - Tornano i Metrò con il primo album
•25/03 - Ernia, il 27 marzo esce il nuovo singolo Certi giorni
•24/03 - Nek, il 10 maggio nuovo album e poi tour internazionale
(altre »)
 
 Rumours
•25/03 - Ex-Otago, in radio il singolo con Jack Savoretti
•24/03 - Francesco Renga, in radio L'odore del caffè in attesa del nuovo album
•24/03 - Achille Lauro, il 12 aprile esce 1969
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 28/03/2018 alle 14:50:45
Le avventure di Lidenbrock nel viaggio introspettivo di Alberto La Neve e Fabiana Dota
di Giuseppe Panella
Nelle letture di ogni adolescente il Viaggio al centro della terra ha sempre avuto un posto primo piano. Il fascino della storia narrata da Jules Verne deve avere avuto una grande importanza per Alberto La Neve autore di questo concept album.

Nelle letture di ogni adolescente il Viaggio al centro della terra ha sempre avuto un posto primo piano. Il fascino della storia narrata da Jules Verne deve avere avuto una grande importanza per Alberto La Neve autore di questo concept album.

Dunque un concept album influenzato dalle vicende del protagonista di quel romanzo.

Lidenbrock. Concert for sax and voice è un percorso introspettivo in cui il musicista calabrese, abbandonata momentaneamente la strada fin qui perseguita del “solo project”, si avvale della collaborazione di Fabiana Dota mostrandoci l’essenza più profonda del suo modo di essere artista e della sua continua voglia di sperimentare. Un lavoro in cui sax e voce si fondono creando strutture armoniche semplici e lineari anche grazie all’ausilio della loop machine. Non privo di improvvisazioni “Lidenbrock” conduce l’ascoltatore alla catarsi musicale sin dalla iniziale “Depart”, la partenza da Amburgo, e fino alla fine del viaggio che si completa con “Retour”, il ritorno.

Un percorso che si sviluppa attraverso quattro lunghi brani, rappresentanti le fasi principali del romanzo di Verne, che emanano suggestioni profonde conferite da una struttura musicale che si evolve con i suoi cambi continui, enfatizzati dalla voce della Dota e dai riff campionati del sax che risultano efficaci e mai noiosi. Una sfida ben riuscita per l’intensità dei suoni, per i fraseggi rarefatti del sax di La Neve e per la presenza importante della voce di Fabiana Dota, utilizzata come fosse uno strumento a fiato, la quale conferisce una maggiore distensione ed un equilibrio di grande effetto a ogni brano.

La semplicità della scrittura potrebbe essere considerata il punto debole di questa opera visionaria che non prevede spunti solistici virtuosi, il cui effetto sarebbe stato unicamente quello di dirottare il viaggio su percorsi diversi da quelli voluti. Gli interventi al sax di La Neve, così come quelli di Fabiana Dota, risultano essere abbastanza misurati ed efficaci, funzionali alla storia di Jules Verne, le cui sfumature tenui caratterizzano “Lidenbrock”, opera ambiziosa ma ben riuscita.

Musicisti:
Alberto La Neve, sax tenore, loop machine, multieffects
Fabiana Dota, voce, multieffects

Tracklist:
1. Dèpart
2. Islande
3. Sneffels
4. Retour






 Articolo letto 2334 volte


Pagina stampabile