Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Forse i vinili costeranno di meno ed avranno maggiore resa sonora
 

www.fanzine.net
 Interviste
•12/07 - Quincy Jones, il jazz è libertà
•30/06 - In-Side: dentro la musica, fuori le emozioni!! Rock AOR & prog ..
•21/06 - Jouer et Danser con il Dos Duo Onirico Sonoro: la nostra intervista ..
(altre »)
 
 Recensioni
•14/07 - Capitano Merletti - Shortwaver from the u.f.o. channel (Cd Baby/Physical), il folk che viene da lontano
•13/07 - Fabio Curto: Rive, Volume 1 (Fonoprint)
•13/07 - Ringo Starr & His All Starr Band – Roma (Auditorium Parco della Musica) 11/07/2018
(altre »)
 
 Comunicati
•14/07 - Claudia Gerini canta Califano con il Solis String Quartet alla Casa del Jazz
•13/07 - Villa Ada - Roma incontra il mondo, è la settimana di Little Steven
•13/07 - Thomas ed Emma Muscat il 14 luglio a Gulp Music (Rai Gulp)
(altre »)
 
 Rumours
•15/07 - I Calibro 35 in concerto a Villa Ada con il loro nuovo disco Decade
•13/07 - Come nasce una canzone? Ce lo dice Marta Cagnola su Radio 24
•12/07 - Biagio Antonacci, in radio il singolo Mio fratello
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 08/04/2018 alle 11:37:38
Eleonora Bordonaro - Cuttuni e lame' – Trame streuse di una canta storie (Finisterre)
di Silvio Mancinelli
La tradizione popolare e' sempre importante portarla avanti perchè racconta la storia di un popolo. Cuttuni e lame' – Trame streuse di una canta storie (il primo disco firmato da Eleonora Bordonaro) ha questa funzione.

La tradizione popolare e' sempre importante portarla avanti perchè racconta la storia di un popolo. Cuttuni e lame' – Trame streuse di una canta storie (il primo disco firmato da Eleonora Bordonaro) ha questa funzione.

L'album, è realizzato a quattro mani con Puccio Castrogiovanni e la partecipazione di molti musicisti e autori. Nonostante sia il primo disco per Eleonora, è difficile parlare di vero e proprio esordio, considerando che lei è la vocalist dell’Orchestra Popolare Italiana, diretta da Ambrogio Sparagna, e ha fatto parte del Parco della Musica Jazz Orchestra.

La Bordonaro non fa l'errore di vestire la tradizione, in questo caso della profonda Sicilia, di pop, ma ha cercato di tenere fede alle sonorità folk e popolari del Sud Italia, contaminato dalla cultura greca in tempi antichissimi. Il tutto accompagnato da marranzani, mandolini e suoni tipici siciliani (come in “Disidiru mangiari jancu pani”) riempiendo il suono di sfumature blues, manouche e latine.

Il filo conduttore delle tredici canzoni è l'universo femminile e gli affetti ad esso legati con vicende che dal generale diventano intime, personali. Oltre alle vere e proprie sonorità, importanti sono anche le lingue utilizzate: il siciliano e il Gallo-Italico di San Fratello. E' da notare che il disco contiene anche la traduzioni dei testi, in alcuni casi ostici, per chi non è della zona.

La tracklist:
1) Sentimi Rosa
2) La tassa di li schetti
3) Tri tri tri
4) Lu cielu unni si tu
5) Li fommi
6) Disidiru mangiari jancu pani
7) Lamento di Maria
8) Maria passa ppi na strata nova
9) 'A partita
10) Vuci
11) Cuttuni e lamè
12) E poi ci su i paroli
13) Ucch'i l'arma






 Articolo letto 802 volte


Pagina stampabile