Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•13/11 - Silvano Piari ed il mondo delle discoteche, ma anche quello de La Galleria del Disco a Firenze ..
•10/11 - Tytus: heavy rock friulano, corposo e nobile
•07/11 - Intervista a Marcello Mautone, il cantante dei Blugrana … per superare il piattume della discografia italiana.
(altre »)
 
 Recensioni
•17/11 - Mumble Rumble – Insidious Inside (Latlantide/Edel) Bologna non è mai banale
•17/11 - Nosexfor - Omonimo il nuovo rock che guarda al passato
•16/11 - Nowhere - Nowhere (Betulla records) l'elettronica dal sapore internazionale
(altre »)
 
 Comunicati
•17/11 - Un giorno storico è il nuovo singolo di Giulio Casale
•17/11 - Il concerto di Natale? Tradizionale e solidale: a Milano si inizia il 18 Novembre ..
•16/11 - Mirko Signorile presenta Trio Trip alla Casa del Jazz
(altre »)
 
 Rumours
•17/11 - Steve Wynn e Chris Cacavas a Le Mura di Roma con Graziano Romani e Rodrigo D'Erasmo
•16/11 - Chris Cornell, in un box l'eredità artistica del rocker
•16/11 - Assomusica, Vincenzo Spera componente del Consiglio superiore dello spettacolo
(altre »)
Interviste
Pubblicato il 10/05/2018 alle 18:02:13
Quattro domande agli Street Clerks, in uscita con il nuovo disco ..
di Giancarlo Passarella
Grazie al lavoro di Clarissa D'Avena (della bolognese Red&Blue), riesco a raggiungerli mentre si preparano a domani: infatti Venerdi' 11 Maggio sono alla Feltrinelli Red di Firenze ed esce il loro nuovissimo disco..

Grazie al lavoro di Clarissa D'Avena (della bolognese Red&Blue), riesco a raggiungerli mentre si preparano a domani: infatti Venerdi' 11 Maggio sono alla Feltrinelli Red di Firenze ed esce il loro nuovissimo disco..

Domani esce Com'è andata la rivoluzione?. Lo troverete nei negozi, su Spotify e in tutti i digital stores! L'illustrazione di copertina è di Emiliano Ponzi.

Logico chiedervi da cosa vi è stato ispirato un titolo così energico: di quale rivoluzione state parlando?
Come è andata la rivoluzione? è una frase del ritornello di Rivolù, il primo singolo dell'album. Abbiamo sempre cercato tra i nostri brani se ci sarebbe potuto essere un eventuale titolo che avesse qualcosa di forte e che legasse in qualche maniera tutto il disco. Il concetto di rivoluzione ci riguarda perchè crediamo che il cambiamento interiore, la crescita personale siano alla base della felicità. In più il fatto che fosse una domanda ci piaceva, perchè il punto interrogativo suppone la ricerca di un confronto, che è movimento, quindi l'eterna indagine del "come sono stato?", "come sto?", "come starò?" che è necessaria per essere allineati con sè stessi e quindi per esprimersi nel modo più libero possibile.

Oltre a Diego Calvetti, chi vi ha aiutato (a vario titolo) nella realizzazione di questo disco?
Noi abbiamo scritto testi e musica. Con Diego abbiamo definito gli arrangiamenti e mixato. Poi ci ha aiutato anche Andrea Benassai, dello studio Sonoria di Prato dove abbiamo svolto le registrazioni, mixando alcuni brani e arrangiando alcune delle programmazioni e gli archi.

Farvi i complimenti per il taglio beatlesiano del videoclip di Rivolù è il minimo: oltre agli scarafaggi, quali artisti storici sono tra i vostri preferiti?
Ognuno ha le sue preferenze, comunque nella top five metteremmo The Who, Jimi Hendrix, The Queen, Simon and Garfunkel e i Nirvana. E' impossibile fare una top five per tutti e quattro...

Quello fiorentino coincide con la pubblicazione ufficiale, ma so che avete già pianificato due altre occasioni per presentare il disco al pubblico ...
Sì, presenteremo il disco a Roma il 16 Maggio alla libreria Feltrinelli in Via Appia Nuova, 427 alle 18 e a Milano il 24 Maggio alla Feltrinelli RED di Viale Sabotino, 28 alle 19.

Usiamo la macchina del tempo e trasferiamoci nel futuro: cosa avranno combinato gli Street Clerks fra un mese o un anno? Quali soddisfazioni volete togliervi?
.. non abbiamo obbiettivi specifici, se non quello di suonare molto in giro e crescere ancora artisticamente. E' un percorso in cui se vuoi non smetti mai di imparare. Diciamo che fra un anno sarebbe un bel traguardo aver suonato almeno venti volte a San Siro... Non il campanello. D'altra parte bisogna mirare in alto...






 Articolo letto 1626 volte


Pagina stampabile