Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/09 - Taberah, anche ai canguri piace il Metallo Pesante…
•21/09 - Hóros, poetica di un attraversamento verticale nella musica di Paolo Cavallone
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
(altre »)
 
 Recensioni
•24/09 - Savana Funk - Bring in the new (Brutture Moderne/Audioglobe); come suonare un genere e renderlo vivo
•23/09 - Rock Prog Italiano 1980-2013 (Arcana, 414 pg, 25 €) di Massimo Salari - Raccontare il prog di ieri ed oggi
•21/09 - Catanzaro, Loredana Berte' esalta e diverte al Festival d'Autunno
(altre »)
 
 Comunicati
•24/09 - Le Vibrazioni tornano con Pensami così
•22/09 - Milano Music Week, dal 19 al 25 novembre
•21/09 - Tornano i Take That, un'antologia e due concerti in Italia
(altre »)
 
 Rumours
•24/09 - Gianni Morandi, in 12 mila per lui sul lungomare di Carloforte
•22/09 - Ghali e Noizy insieme in Parku i Lojrave
•22/09 - Mumford & Sons, il nuovo singolo è Guiding Light
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 16/05/2018 alle 16:24:42
Ornella Vanoni vince il Premio Mediterraneo Arte e Creatività 2018
di Manuela Ippolito Giardi
In riconoscimento ad una lunga carriera e, in particolare, alla coerenza con la quale ha attraversato un lungo tratto della storia della canzone italiana, è stato conferito ad Ornella Vanoni il “Premio Mediterraneo Arte e Creatività” 2018.

In riconoscimento ad una lunga carriera e, in particolare, alla coerenza con la quale ha attraversato un lungo tratto della storia della canzone italiana, è stato conferito ad Ornella Vanoni il “Premio Mediterraneo Arte e Creatività” 2018.

Nell’ambito della cerimonia, tenutasi nella prestigiosa sede del Museo della Pace – MAMT di Napoli, l’artista ha ricevuto il “Totem della Pace” dello scultore Mario Molinari, che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo.

Ornella Vanoni è la grande interprete della canzone italiana. Uno stile unico e distintivo caratterizza la sua arte. Ha portato al successo i brani dei più importanti cantautori italiani. Le sue interpretazioni hanno coinvolto vari ambiti della società attraverso gli anni: dalle Canzoni della mala alla bossa nova ed al jazz.

È attualmente in giro con il tour “La mia storia” - prodotto da Bubba Music in collaborazione con F&P Group: grande successo di pubblico e critica confermato anche in occasione del grande ritorno sul palco del Teatro Degli Arcimboldi, nella sua Milano.

"La mia storia" è un racconto, attraverso la musica, della carriera artistica di Ornella Vanoni, iniziata proprio al Piccolo negli anni '60, in cui la cantante presenta i brani storici della mala, di Brecht ed i successi che l'hanno fatta amare dal grande pubblico italiano. Con lei sul palco Roberto Cipelli (pianoforte), Bebo Ferra (chitarra),
Loris Leo Lari (contrabbasso), Piero Salvatori (violoncello), Stefano Pisetta (batteria).

A chiudere la prima parte del tour “La mia storia” saranno i concerti di Bari (17 maggio al Teatro Petruzzelli) e di Torino (21 maggio al Teatro Colosseo). Al più presto verrà annunciato il calendario del tour estivo.

Di recente l’artista ha presentato “Un Pugno di Stelle” (Sony Music), raccolta in 3 CD delle canzoni che hanno accompagnato la sua carriera. La raccolta contiene “Imparare ad amarsi”, brano con cui Ornella Vanoni ha partecipato alla 68° edizione del Festival di Sanremo in trio con Bungaro e Pacifico, ricevendo numerosi riconoscimenti: il “Premio Sergio Endrigo”, per la miglior interpretazione, e il “Baglioni D’Oro” come miglior canzone secondo i cantanti in gara. Il secondo inedito dell’album, invece, è "Gira in Cerchio La Vita", la cover di un brano di Idan Raichel.

ORNELLA VANONI

TOUR “LA MIA STORIA”

17 maggio: Bari – Teatro Petruzzelli
21 maggio: Torino – Teatro Colosseo

Prevendite: Ticketone.it, Bookingshow.com, punti vendita ufficiali.




 Articolo letto 379 volte


Pagina stampabile