Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Toquinho: L'Italia è la mia seconda patria
•08/10 - L'incontro con il folk singer Luigi Grechi, tra Ferlinghetti e la fake news su Joan Baez ..
•04/10 - Il tempo giusto di Simona
(altre »)
 
 Recensioni
•23/10 - Ruggero de I Timidi: Giovani emozioni
•22/10 - Setti: Arto
•21/10 - Walter De Stradis - Nella testa di Antonio Infantino (Villani Editore) un bel libro sul migliore pittore, architetto, cantante, poeta, visionario, filosofo lucano...
(altre »)
 
 Comunicati
•23/10 - Flautissimo 2018 dal 23 ottobre al 9 dicembre con Bosso, Girotto e Marcotulli
•22/10 - John Mayall, nuovo album e concerto il 29 marzo a Parma
•22/10 - Gazzelle, il nuovo album si intitola Punk
(altre »)
 
 Rumours
•23/10 - Roscoe Mitchell con Rabbia e Trovalusci in concerto alla Sapienza
•22/10 - Michele Bravi presenta il libro Nella vita degli altri
•22/10 - Ernia, al via il 68 Tour
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 11/06/2018 alle 23:37:52
Casablanca - Pace, violenza o costume (Vrec/Audioglobe) dai Deasonika e Rezophonic ..
di Beatrice Bonato
Secondo album per la creatura di Max Zanotti in continua crescita. Ed il 15 Luglio apriranno a Mark Lanegan al Pistoia Blues: un disco con la garbata presenza di Ketty Passa..

Secondo album per la creatura di Max Zanotti in continua crescita. Ed il 15 Luglio apriranno a Mark Lanegan al Pistoia Blues: un disco con la garbata presenza di Ketty Passa..

Se il rock italiano annaspa in un anonimato forse senza precedenti storici dato dalla mancanza di ricambio generazionale, è soprattutto perchè in questi anni sono usciti pochi dischi come “Pace, violenza o costume” dei Casablanca. La nuova band guidata da Max Zanotti (già ex voce e penna dei Deasonika e dei Rezophonic) sfodera un album di dieci pezzi dove si amalgamano con maestria atmosfere più adrenaliniche (“Maschere”, “Un punto di sutura”) e brani più riflessivi ed intimi (“Lei”, “Ti scriverò da qui”) in un album che centra in pieno l’obiettivo di ottenere un sound d’oltremanica supportato da liriche evocative e ficcanti.

Zanotti (che firma l’80% dei brani) dimostra ancora classe nella composizione e stesura dei pezzi, ancora ispiratissimo nei testi dotati di un romanticismo decadente dove affiorano sofferenza, amore, il coraggio di affrontare difficoltà, i ricordi, le paure. I Casablanca non portano nuove sonorità (a parte un timido approccio nel brano “Minuetto” con un’impercettibile partecipazione della Dj Ketty Passa) o innovazione stilistica ma fanno benissimo quello che band come Afterhours o Marlene Kuntz non riescono più a fare da tempo.

Semplicemente belle ed evocative canzoni con un pizzico di nostalgia.









 Articolo letto 768 volte


Pagina stampabile