Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Il crollo di Twitter e Facebook: speculazione commerciale o ritorno ai rapporti umani reali?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/08 - Dai Queen a Raffaella Carra’, partendo da Colle Val D’Elsa: il duo Daniela Lotti ed Ilaria Di Pasquale, assieme a Flavio Insinna ad Amatrice ..
•16/08 - Grazy ci racconta il tormentone dell'estate Kinder Pinguì
•15/08 - I Secondamarea presentano Slow in Agritour 2018
(altre »)
 
 Recensioni
•18/08 - Closer – Event Horizon (Broken Road Records, 2018) Il metal moderno che ci piace!!
•02/08 - Matteo Perifano - Uomo Europeo l'omaggio a Battiato, Branduardi e alla musica da camera
•02/08 - “Misantropi felici” è il nuovo video dei Pennelli di Vermeer
(altre »)
 
 Comunicati
•18/08 - Gli Armonite tornano con l’album “And the Stars above”
•18/08 - Maluma, il 13 ottobre a Busto Arsizio il nuovo idolo della musica latina
•17/08 - David Garrett in Italia a ottobre
(altre »)
 
 Rumours
•18/08 - Juke – Box Cento lire tre delitti per Greta e Marlon, il nuovo libro di Arosio e Maimone
•16/08 - Madonna Day su TimMusic con 60 brani per i 60 anni della star
•10/08 - Edoardo Bennato in concerto a Vulci, unica data nel Lazio
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 17/06/2018 alle 10:21:55
Alberto Bettin & Gli Implacabili – L’impossibile l’imprevedibile (Guttember Music / Caligola Records) garbato pop jazz cantautorale per sbirciare sotto le pezze e … vedere il sedere!
di Giancarlo Passarella
Proprio nei giorni in cui si celebra il compleanno di Yellow submarine, con un certo ritardo riesco a recensire questo disco dalla grafica interessante e naive, perche’ la paura ronza nelle orecchie di chi prega …

Proprio nei giorni in cui si celebra il compleanno di Yellow submarine, con un certo ritardo riesco a recensire questo disco dalla grafica interessante e naive, perche’ la paura ronza nelle orecchie di chi prega …

Bei testi, appoggiati su un tappeto sonoro apparentemente leggero. Disco suggerito a chi segue i Beatles (quelli della band diretta dal Sgt.Pepper), Pino Marino e Samuele Bersani.

Mi ricordo del suo brano Come due somari tra i finalisti della nona edizione del festival Musica Controcorrente di cinque anni fa: se non erro, il suo nome uscì proprio fuori dalle scelte fatte da Samuele Bersani, a dimostrazione di un certo legale tra i due.

Indubbiamente questo suo bel disco è velato da garbata ironia ed un buon ruolo hanno Gli implacabili ovvero Alvise Forcellini, Salvatore Pinello e Niccolò Romanin: quello che riescono a realizzare è un lavoro discografico che è meno paludato di certo pop jazz cantautorale che è di moda in Italia negli ultimi lustri. Quasi anacronisticamente, potrebbe piacere più ai fans dei Beatles che a quelli di Sergio Cammeriere

Detto che anche il suo aspetto fisico va a rafforzare l’idea di trovarsi davanti ad un ragazzone, facciamo subito i complimenti al buon lavoro svolto a Primigenia produzioni musicali, struttura che ha cercato di ottenere recensioni non da tutti, ma da testate di qualità e che hanno voglia di ascoltare tutto un disco, piuttosto che fare il copia/incolla di un precedente comunicato stampa. A questo aggiungiamo il simpatico e professionale lavoro dedicato al package, fin troppo ricco, pieno di stelline e dove emerge la grafica dell’artista inglese Jim Stoten: dalle note di copertina, noto che è stato registrato da Mario Marcassa agli attivi Cat Sound Studio di Badia Polesine. Nello stesso studio (con annessa etichetta discografica), mi ricordo che anche Claudio Ferrigato alias Maredomini registra i suoi dischi, visto l’ambiente accogliente che esiste..

Un brano come L`italiano fiero ha una verve gradevole, dove l’universo cartoonesco di Bettin trova il modo di giocare su temi importanti, raccontando che ..L’italiano vero va in malora e non lo sa! Drammatica riflessione dell’attuale, soprattutto se considerate che il disco è stato registrato molto prima delle ultime tornate elettorali..!

Tra stelle, fotografie del reale, gusto per i fumetti, indubbiamente L’impossibile l’imprevedibile vive di un tripudio di colori che cromaticamente ogni strumento ( tromba, trombone, fisarmonica, archi, clarinetto, contrabbasso, chitarra elettrica.. ) porta in dote, quasi fosse ammantato il tutto da un sapore bandistico; questo ovviamente ci riporta alla mente il Sgt Pepper e tutto il mondo scanzonato dei Fab Four .. Trovo assai divertente un brano come Nonostante, a metà tra una confessione cattolica ed un litania ante literam, raccontando che ...mi ostino anche se canto come un cane… continuo ad abbaiare...

Alberto Bettin non racconta mai dell’umidità di Venezia: la sua biografia ci narra che studia al Conservatorio per poi trasferirsi negli Stati Uniti per studiare pianoforte jazz con Rick Montalbano: qualche band universitaria e poi il ritorno in Italia, dove prosegue gli studi jazzistici al Conservatorio di Vicenza, per poi dedicarsi intensamente alla canzone e così diventa stabile la collaborazione con Gli implacabili. Questo succede dal 2013, da quando mi sono imbattuto in lui nel festival Musica Controcorrente..

Track list di Alberto Bettin & Gli Implacabili – L’impossibile l’imprevedibile:
• Quando va bene
• Famosi in famiglia
• Canzone debole
• L`italiano fiero
• La donna che sarei
• Nonostante
• Le luminarie
• Strade bianche
• Una scusa per pregare
• L`impossibile l`imprevedibile
• Da un citofono in America






 Articolo letto 704 volte


Pagina stampabile