Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/09 - Taberah, anche ai canguri piace il Metallo Pesante…
•21/09 - Hóros, poetica di un attraversamento verticale nella musica di Paolo Cavallone
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
(altre »)
 
 Recensioni
•24/09 - Savana Funk - Bring in the new (Brutture Moderne/Audioglobe); come suonare un genere e renderlo vivo
•23/09 - Rock Prog Italiano 1980-2013 (Arcana, 414 pg, 25 €) di Massimo Salari - Raccontare il prog di ieri ed oggi
•21/09 - Catanzaro, Loredana Berte' esalta e diverte al Festival d'Autunno
(altre »)
 
 Comunicati
•25/09 - Al Mei di Faenza un evetno per i 10 anni dell'etichetta Vrec
•24/09 - Le Vibrazioni tornano con Pensami così
•22/09 - Milano Music Week, dal 19 al 25 novembre
(altre »)
 
 Rumours
•25/09 - Piji Electroswing Project alla Sala Umberto di Roma in Non si uccidono cosi' anche i cavalli?
•24/09 - Gianni Morandi, in 12 mila per lui sul lungomare di Carloforte
•22/09 - Ghali e Noizy insieme in Parku i Lojrave
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 01/07/2018 alle 10:47:31
De Grinpipol - Elephants e il loro giro del mondo musicale in 9 canzoni
di Silvio Mancinelli
Dopo cinque anni tornano i De Grinpipol con Elephants, disco composto da nove canzoni con le quali si possono fare il giro del mondo dei decenni musicali.

Dopo cinque anni tornano i De Grinpipol con Elephants, disco composto da nove canzoni con le quali si possono fare il giro del mondo dei decenni musicali.

Le canzoni sono in inglese tranne una, la loro prima in italiano: Quello che importa, ma non più di tanto. Evidentemente con questo lavoro i De Grinpipol si sono voluti divertire, suonando canzoni che facessero pensare, in maniera evidente, a generi e suoni determinati e molto diversi tra loro.


Se “A wonder is about to start” è proprio nelle corde del Duca Bianco, “Pal – O – Matic” sembra una canzone di apertura di un disco degli Afterhours (vi ricordate “Simbiosi”?). Ma poi si continua con il pop alla Pulp, per passare allo stoner e alla new wave. E quindi, perché no, divertirsi pure con l'italiano, una volta tanto.

Possiamo dire che, in questo disco, si sono mossi come fanno Elio e le Storie Tese, sottraendo però l'elemento della demenzialità che si trova nei loro lavori. Questa varietà, che per me rimane un esercizio di stile, comunque dimostra la loro bravura e la padronanza di stili e dimostra che possono competere sia con i nuovi (Thegiornalisti), sia con i vecchi (appunto gli Afterhuors) leader della musica italiana, basta capire da grande cosa vogliono fare. Buon lavoro.

La tracklist:
1. Pal-o-matic
2. Divine
3. M/F
4. A wonder is about to start
5. Place to forget
6. Quello che importa ma non più di tanto
7. Something low, something high
8. Hooray
9. Sunrise






 Articolo letto 695 volte


Pagina stampabile