Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/09 - Taberah, anche ai canguri piace il Metallo Pesante…
•21/09 - Hóros, poetica di un attraversamento verticale nella musica di Paolo Cavallone
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
(altre »)
 
 Recensioni
•24/09 - Savana Funk - Bring in the new (Brutture Moderne/Audioglobe); come suonare un genere e renderlo vivo
•23/09 - Rock Prog Italiano 1980-2013 (Arcana, 414 pg, 25 €) di Massimo Salari - Raccontare il prog di ieri ed oggi
•21/09 - Catanzaro, Loredana Berte' esalta e diverte al Festival d'Autunno
(altre »)
 
 Comunicati
•24/09 - Le Vibrazioni tornano con Pensami così
•22/09 - Milano Music Week, dal 19 al 25 novembre
•21/09 - Tornano i Take That, un'antologia e due concerti in Italia
(altre »)
 
 Rumours
•24/09 - Gianni Morandi, in 12 mila per lui sul lungomare di Carloforte
•22/09 - Ghali e Noizy insieme in Parku i Lojrave
•22/09 - Mumford & Sons, il nuovo singolo è Guiding Light
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 07/07/2018 alle 10:44:41
Praino - il disco di Praino ( Rec dischi indipendenti): la generazione Z si racconta
di Silvio Mancinelli
Francesco Praino e' un cantautore calabrese, alle prese con il suo primo lavoro, che non poteva non chiamarsi, Il disco di Praino. Come definire questo disco? Sicuramente di ottima fattura ed ironico.

Francesco Praino e' un cantautore calabrese, alle prese con il suo primo lavoro, che non poteva non chiamarsi, Il disco di Praino. Come definire questo disco? Sicuramente di ottima fattura ed ironico.

.. perchè è uno che prende per il culo, ma lo fa in maniera intelligente. Cd fruibile, anche perchè si ascolta in un lasso temporale di 30 minuti ed è di facile presa. Se proprio vogliamo incastrare questo album all'interno di qualche genere o scena in particolare, possiamo citare i nuovi autori come Galeffi e del panorama “indie” italiano.

Se chi scrive ha fatto parte della generazione X, Praino che è del 1989, fa parte di una generazione che definirei Z. Se la prima aveva problemi più che altro politici, con la estinzione di alcuni valori e la globalizzazione, i ragazzi di oggi hanno altri quesiti: la precarietà del lavoro, la destra che avanza, non avere intorno strutture che li possano aiutare.

E tutto ciò si ritrova in queste brevi canzoni ed il messaggio finale si sintetizza in una perenne insoddisfazione dei giovani che vorrebbero contribuire alla crescita del proprio Paese, ma sono rassegnati. Ottima tematica da approfondire e che lo differenzia da altri cantautori che parlano solo di amori sfigati.
Ciò che fa scendere di qualche punto il giudizio sul disco di Praino è che, dal punto di vista musicale, questa differenza con gli altri nuovi autori non si sente. Ma è un dettaglio.

La tracklist:
1) Agnello
2) Spleen
3) Disagio monolocale
4) Radical Chic
5) Faccio fatica
6) Martedì alle tre
7) Do disdetta






 Articolo letto 798 volte


Pagina stampabile