Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Forse i vinili costeranno di meno ed avranno maggiore resa sonora
 

www.fanzine.net
 Interviste
•12/07 - Quincy Jones, il jazz è libertà
•30/06 - In-Side: dentro la musica, fuori le emozioni!! Rock AOR & prog ..
•21/06 - Jouer et Danser con il Dos Duo Onirico Sonoro: la nostra intervista ..
(altre »)
 
 Recensioni
•14/07 - Capitano Merletti - Shortwaver from the u.f.o. channel (Cd Baby/Physical), il folk che viene da lontano
•13/07 - Fabio Curto: Rive, Volume 1 (Fonoprint)
•13/07 - Ringo Starr & His All Starr Band – Roma (Auditorium Parco della Musica) 11/07/2018
(altre »)
 
 Comunicati
•14/07 - Claudia Gerini canta Califano con il Solis String Quartet alla Casa del Jazz
•13/07 - Villa Ada - Roma incontra il mondo, è la settimana di Little Steven
•13/07 - Thomas ed Emma Muscat il 14 luglio a Gulp Music (Rai Gulp)
(altre »)
 
 Rumours
•15/07 - I Calibro 35 in concerto a Villa Ada con il loro nuovo disco Decade
•13/07 - Come nasce una canzone? Ce lo dice Marta Cagnola su Radio 24
•13/07 - Liam Gallagher, posticipate le date italiane di novembre
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 08/07/2018 alle 11:17:52
Addio a Carlo Vanzina, regista di Sapore di Mare
di Manuela Ippolito
E’ morto a Roma a 67 anni, dopo una lunga malattia, il regista Carlo Vanzina. Insieme al fratello sceneggiatore Enrico aveva realizzato numerose commedie campioni di incassi dove aveva raccontato il costume e la società italiana.

E’ morto a Roma a 67 anni, dopo una lunga malattia, il regista Carlo Vanzina. Insieme al fratello sceneggiatore Enrico aveva realizzato numerose commedie campioni di incassi dove aveva raccontato il costume e la società italiana. Fortemente legato al mondo della musica, Vanzina viene ricordato anche per successi come “Sapore di mare” incentrato sul revival degli anni ’60.

La notizia della sua scomparsa si è diffusa a tappeto battente. Forte il cordoglio espresso da esponenti del mondo del cinema, della cultura e della politica. “Dopo lunghe sofferenze É morto Carlo Vanzina. Era un uomo di valore ed insieme al fratello ha saputo eguagliare la scrittura cinematografica del padre il grande Steno”, ha scritto Bobo Craxi, “Hanno segnato un tratto severo e paradossale della nostra epoca. Con sguardo e tinte popolaresche. Era un uomo ironico e gentile. Vicini a Lisa, Assia e Isotta. Ciao amico!”.

“Un pensiero per Carlo Vanzina. Che (piaccia o no il suo cinema) voleva semplicemente rivolgersi a un pubblico: non giudicarlo, esaminarlo, rieducarlo, redimerlo” ha scritto Daniele Capezzone.

Figlio del grande regista Steno, Carlo Vanzina era nato a Roma il 13 marzo 1951. Nato praticamente sui set cinematografici ha iniziato subito a lavorare sui set prima come aiuto regista e poi anche come sceneggiatore. Il suo primo film è stato “Luna di miele in tre” (1976), mentre è del 1978 il suo secondo film, il primo a tema strettamente musicale, ovvero “Figlio delle stelle” con Alan Sorrenti e basato sul suo grande successo “Figli delle stelle”.

Dai primi anni ’80 arriveranno una serie di successi. Prima con i Gatti di Vicolo Miracoli, poi con la scoperta di Diego Abatantuono e infine con il filone nostalgico inaugurato nel 1983 con “Sapore di mare”. Un film cult, dedicato alla riscoperta dei favolosi anni ’60, e che ha ridato il via al revival di artisti e gruppi di quel periodo. Sempre nel 1983 è il primo “Vacanze di Natale” (altro super cult), che ha dato il via al filone del cinema vacanziero e del cinepanettone. Nel 1984 invece realizzarono “Vacanze in America”, racconto di una scolaresca italiana in giro sul torpedone per gli Stati Uniti. Tra New York e Los Angeles, tra Nashville e Las Vegas, i fratelli Vanzina regalarono risate a non finire. Con una media di due film all’anno i fratelli Vanzina hanno sfornato numerosi successi. Sono entrati anche nel cuore della società degli anni ’80 con titoli del calibro di “Yuppies – I giovani di successo”,“Via Montenapoleone” e “Le finte bionde”, senza dimenticare il film “Tre colonne in cronaca” con Gian Maria Volontè, incentrato sulle vicenda di un quotidiano e del suo direttore (film sottovalutato forse proprio perché realizzato da un autore di commedie come Vanzina, ma che invece risulta ancora attuale per capire determinate nel mondo dell’editoria”.

Proprio di recente a Carlo Vanzina è stato assegnato il Legend Award dell'Ischia Global Film & Music festival. L'isola verde aveva già in programma una rassegna dei suoi successi con proiezioni gratuite nelle piazze di Casamicciola e Lacco Ameno dal 15 al 22 luglio. “Il nome di Carlo Vanzina, un maestro della commedia che in oltre 40 anni, con più di settanta tra film e serie, ha raccontato i cambiamenti della nostra società, entra nella Hall of Fame del festival”, aveva annunciato il fondatore e produttore di Ischia Global, Pascal Vicedomini, “accanto a quello di registi internazionali e premi Oscar tra i quali Alan Parker, John Landis, Terry Gilliam, Nancy Meyers, Stephen Frears, Michael Radford e italiani come Ettore Scola, i fratelli Taviani e Lina Wertmuller. Un tributo deciso all'unanimità dal nostro board nel quale siedono Marina Cicogna, Enrico Lucherini, Dante Ferretti, Francesca lo Schiavo, Franco Nero, Tony Renis. In particolar modo ci fa piacere ricordare che dieci anni fa, nel 2008, usciva nelle sale il film “Un'estate al mare” con un episodio girato da Carlo Vanzina a Ischia, nei luoghi del Global festival. Il protagonista Ezio Greggio sarà con noi quest'anno, premiato come Italiano nel mondo”.

Regista, sceneggiatore, produttore televisivo e cinematografico, fratello di Enrico con il quale forma un binomio già entrato nella storia del cinema italiano (dall'origine dei cinepanettoni, alla serie delle “Vacanze”, dai polizieschi ai cult della comicità) Carlo Vanzina ha girato lo scorso anno 'Caccia al tesoro' con Vincenzo Salemme, un autentico tributo a Napoli, città alla quale è legatissimo anche per i tanti film diretti dal padre Steno con Totò.

L'omaggio al cinema di Carlo e Enrico Vanzina sarà l'evento centrale anche della quarta edizione di Presente Italiano, festival interamente dedicato alla produzione nazionale, che si terrà dall'11 al 18 ottobre a Pistoia in vari luoghi della città. Dal 12 al 14 ottobre poi la tre giorni vanziniana. L'omaggio prevede una selezione di 6 titoli scelti proprio dai due registi/sceneggiatori assieme a Rocco Moccagatta (Film Tv) e Claudio Bartolini (Nocturno): cult nazionalpopolari, gli albori del cinepanettone ma anche le esplorazioni nel genere a cavallo fra anni '80 e '90 e il racconto dell'Italia negli anni Duemila. Appuntamento imperdibile poi con “Sapore di mare”, di cui verranno celebrati i 35 anni dall'uscita in sala.




 Articolo letto 245 volte


Pagina stampabile