Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•24/09 - Taberah, anche ai canguri piace il Metallo Pesante…
•21/09 - Hóros, poetica di un attraversamento verticale nella musica di Paolo Cavallone
•03/09 - Firenze sogna del buon rock e noi ne parliamo con Elisa Giobbi e Sauro Chellini, quelli di FirenzeSuona.
(altre »)
 
 Recensioni
•24/09 - Savana Funk - Bring in the new (Brutture Moderne/Audioglobe); come suonare un genere e renderlo vivo
•23/09 - Rock Prog Italiano 1980-2013 (Arcana, 414 pg, 25 €) di Massimo Salari - Raccontare il prog di ieri ed oggi
•21/09 - Catanzaro, Loredana Berte' esalta e diverte al Festival d'Autunno
(altre »)
 
 Comunicati
•24/09 - Le Vibrazioni tornano con Pensami così
•22/09 - Milano Music Week, dal 19 al 25 novembre
•21/09 - Tornano i Take That, un'antologia e due concerti in Italia
(altre »)
 
 Rumours
•24/09 - Gianni Morandi, in 12 mila per lui sul lungomare di Carloforte
•22/09 - Ghali e Noizy insieme in Parku i Lojrave
•22/09 - Mumford & Sons, il nuovo singolo è Guiding Light
(altre »)
Comunicati
Pubblicato il 10/07/2018 alle 00:39:52
Assomusica favorevole al ritorno dei voucher per il settore dello spettacolo dal vivo
di Manuela Ippolito Giardi
Assomusica, l’Associazione Italiana degli organizzatori e produttori di Spettacoli Musica dal vivo esprime l’auspicio che l’utilizzo dei voucher possa essere ripristinato e aperto anche al settore degli spettacoli di musica dal vivo.

Assomusica, l’Associazione Italiana degli organizzatori e produttori di Spettacoli Musica dal vivo, congiuntamente ad AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo, esprime l’auspicio che l’utilizzo dei voucher possa essere ripristinato e aperto anche al settore degli spettacoli di musica dal vivo.

“L’anno scorso abbiamo avvicinato al mondo degli spettacoli e della cultura popolare quasi 10 milioni di spettatori soprattutto facendo dialogare i giovani con la cultura popolare e musicale", afferma il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera, "Siamo una realtà che costituisce una cinghia di trasmissione per lo sviluppo delle economie per il territorio (turismo, enogastronomia, cultura ecc) e per questo auspichiamo che questa opportunità dei voucher possa essere utilizzata anche per i tantissimi lavoratori stagionali nel comparto
organizzativo dei concerti e della musica live”.

Il settore della musica live dal 2012 al 2017, nonostante la crisi, ha continuato a crescere con una media di circa il 7% annuo. Il volume d’affari dell’anno 2017 è di circa 750 milioni di euro, per circa 4 milioni e mezzo di spettacoli. Una filiera di circa 1000 imprese che dà lavoro a oltre 36.000 occupati impiegati direttamente nel settore.

Oltre a “coltivare e veicolare emozioni”, il settore porta valore aggiunto anche a livello locale. Da una ricerca del CERVED si evince come i concerti di musica popolare contemporanea siano uno stimolo per il territorio: l’impatto medio sulle città è di 1,20 € aggiuntivi per ogni euro speso per il biglietto.




 Articolo letto 538 volte


Pagina stampabile