Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
•17/04 - Megàle: Imperfezioni (Area51 Records)
•16/04 - KrashKarma Morph (Splitnail Records) – Industrial evoluto
(altre »)
 
 Comunicati
•19/04 - Giorgia apre a Genova il Festival internazionale di Nervi
•19/04 - Festival Popolare Italiano, dal 25 aprile al Teatro Villa Pamphilj a Roma
•19/04 - Achille Lauro sabato 20 aprile a Gulp Music (Rai Gulp)
(altre »)
 
 Rumours
•19/04 - Boomdabash ft. Cupido & Portusclan El Tigre on air con Que Te Enamores
•17/04 - Campusband 4 Musica e Matematica con Mogol, Mussida e Lavezzi
•16/04 - Chiara Galiazzo annuncia il nuovo singolo Pioggia Viola con J-Ax
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 10/07/2018 alle 18:02:10
Timothy Cavicchini & Ostetrika Gamberini - Nudi e perpendicolari (K1 Records)
di Gianni Della Cioppa
In questi tempi di finto rap e cantautori indie celebrati che nessuno conosce, se esiste una via al rock italiano e' nelle mani di Timothy e della truppa Ostetrika Gamberini. Energia e melodia convivono per un album che e' un gioiello.

In questi tempi di finto rap e cantautori indie celebrati che nessuno conosce, se esiste una via al rock italiano e' nelle mani di Timothy e della truppa Ostetrika Gamberini. Energia e melodia convivono per un album che e' un gioiello.

Chiariamo subito che questo è un album bellissimo, non c’è una sola canzone, delle undici in scaletta, che non sia coinvolgente, ben scritta (non mancano le firme esterne), suonata ed arrangiata con gusto da una band di grandi musicisti, e su cui Timothy non regali una prestazione vocale eccellente, sempre con un gusto personale. Forse a Timothy Cavicchini in troppi non perdonano il passaggio al talent “The Voice”, edizione di esordio nel 2013, dove si è piazzato secondo con la squadra di Piero Pelù, dimenticando le sue battaglie da leone per difendere in trasmissione il nome del rock, in una programma dal taglio pop.

Il trittico iniziale è esplosivo: “Ti rubo gli occhi”, “Maschera”, “All’infinito”, poi “Senza se” con un ritornello irresistibile che Timothy canta con sincero trasporto, il rock dal taglio americabno di “Mondo Hotel”, la grintosa “Kattivo” con echi di grunge, il singolo “Nudi e perpendicolari”, la malinconica “Ti troverò” (in radio un brano così farebbe strage), sono le mie preferite, ma domani potrebbero cambiare, perché ogni pezzo ha un mood che seduce al primo ascolto e resiste nel tempo.

Senza mezze misure mi prendo la responsabilità di ciò che scrivo: un disco con questa freschezza, dove ogni brano è possibile hit, Vasco Rossi, Gianluca Grignani e Francesco Renga, per stare nel medesimo taglio stilistico, non lo propongono da anni. Quindi adesso tocca a voi: se amate il rock che flirta con il pop, questo è il disco che dovete assolutamente ascoltare.

E se Timothy e gli Ostetrika capitano dalle vostre parti, non esitate un attimo, in concerto sono un portento, due ore di divertimento assicurato.






 Articolo letto 4369 volte


Pagina stampabile