Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Il crollo di Twitter e Facebook: speculazione commerciale o ritorno ai rapporti umani reali?
 

www.fanzine.net
 Interviste
•15/08 - I Secondamarea presentano Slow in Agritour 2018
•09/08 - Santino il Precario sta proprio messo male, ma il videoclip del suo brano Vieni nella Daunia invece e' messo bene ...
•03/08 - Intervista ai Zizzania, rock band siciliana con i numeri per andare lontano
(altre »)
 
 Recensioni
•02/08 - Matteo Perifano - Uomo Europeo l'omaggio a Battiato, Branduardi e alla musica da camera
•02/08 - “Misantropi felici” è il nuovo video dei Pennelli di Vermeer
•31/07 - Zizzania - Eclissi (Vrec, 2018) Rock classico che diventa moderno
(altre »)
 
 Comunicati
•15/08 - Ariano Folkfestival dal 15 al 19 agosto con Bandabardo' e Calypso Rose
•10/08 - Kaiju: Smile Upon The Sea è il primo video estratto dall'omonimo album della band.
•08/08 - Radio Lausberg con Erriquez nel singolo Paraculo Caterì
(altre »)
 
 Rumours
•15/08 - Il Be Quiet di Giovanni Block approda su Rai Due, giovedì 16 agosto alle 23’50
•10/08 - Edoardo Bennato in concerto a Vulci, unica data nel Lazio
•08/08 - La giuria del Concorso Nazionale di Composizione Francesco Agnello presieduta anche quest'anno da Ennio Morricone
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 02/08/2018 alle 08:57:03
“Misantropi felici” è il nuovo video dei Pennelli di Vermeer
di Augusta Mancini
La ballata, che dà il titolo al recente ed apprezzato album, diventa il nuovo video promozionale per un disco che ha ricevuto molti consensi. A settembre invece la band annuncia l’uscita di un singolo decisamente scanzonato ed ironico.

La ballata, che dà il titolo al recente ed apprezzato album, diventa il nuovo video promozionale per un disco che ha ricevuto molti consensi. A settembre invece la band annuncia l’uscita di un singolo decisamente scanzonato ed ironico.
Il video è un vero inno alla bellezza dell’amore, della natura e non solo. Una canzone che già dal titolo indica una direzione opposta a quella più percorsa di questi tempi.

Ricorre spesso l’immagine dell’albero solitario, misantropo felice proprio come i protagonisti, che si muovono all’ombra di esso. Al pari di un albero, che cambia foglie ma conserva le radici, gli uomini devono cambiare le proprie idee ma conservare i principi. “In questo brano – spiega Pasquale Sorrentino, frontman del gruppo e autore del pezzo - c’è tutta la poetica dei Pennelli di Vermeer: il ripudio di ogni conflitto, la difesa della madre terra e la necessità, a dispetto del significato di misantropia, di costruire e vivere spazi condivisi dove regalare sorrisi e stare in armonia”.

Le riprese di Danilo Marraffino, con la regia di Enzo Usiello, immortalano la città fantasma di Conza della Campania, epicentro del terremoto del 1980, dove alle invadenti pale eoliche dispiegate lungo le dolci colline, i Pennelli di Vermeer contrappongono girandole colorate che simboleggiano la ciclicità della vita, le stagioni che passano e al contempo l’invito a guardare il mondo con gli occhi di un bambino.

L’album Misantropi felici, edito dalla Soter e distribuito da Believe Distribution Service, lo scorso novembre 2017, ha ottenuto ottimi consensi di critica e pubblico, accompagnato da un tour che lo ha ben promosso nel centro sud Italia mentre il brano Ho perso il pelo, grazie alle radio, ha promosso il disco in tutta la penisola. A settembre la band annuncia l’uscita di un nuovo singolo che avrà vita propria, non incluso nell’album. Un pezzo scanzonato, ironico, provocatorio, che nella tematica affronterà un argomento ‘intimo’ e nei suoni ricorrerà ad una miscela funky-dance a cui i Pennelli di Vermeer desiderano strizzare l’occhio.
Considerando la loro capacità di sorprendere, non deluderanno.

La band è formata da Pasquale Sorrentino (voce e chitarra acustica), Stefania Aprea (voce e chitarra acustica), Michele Matto (basso), Marco Sorrentino (batteria) e Giuseppe Dardano (chitarra elettrica).

Credits Video:
Regia: Enzo Usiello
Riprese: Danilo Alì Marraffino
Styling: Mariangela Matrone
Auidio: Casetta Studio

Ufficio Stampa: Gabriella Diliberto











 Articolo letto 664 volte


Pagina stampabile