Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
5 G: l'asta in corso a favore della telefonia, lontane le tv ...
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/10 - Toquinho: L'Italia è la mia seconda patria
•08/10 - L'incontro con il folk singer Luigi Grechi, tra Ferlinghetti e la fake news su Joan Baez ..
•04/10 - Il tempo giusto di Simona
(altre »)
 
 Recensioni
•17/10 - Valente - Il blu di ieri - la new wave alla massima potenza
•17/10 - Claudio Baglioni – Firenze 16 Ottobre 2018, primo concerto del tour di Al Centro, un mercatino democratico di sogni e di canzoni
•16/10 - Mr Everett - Umanimal (Grifo Dischi) elettronica internazionale ed ItPop ..
(altre »)
 
 Comunicati
•20/10 - Il 26 Ottobre esce Patty Pravo Live con brani da due suoi recenti concerti al Teatro La Fenice di Venezia ed al Teatro Romano di Verona
•19/10 - Achille Lauro, Cosmo, Miss Keta, Nitro e Takagi & Ketra ospiti di Mara Maionchi su Billboard Italia / Sky Uno
•18/10 - Federica Carta e Maggie & Bianca il 20 e 21 ottobre a Roma per il Rai Ragazzi Village
(altre »)
 
 Rumours
•19/10 - Alessio Bernabei sabato 20 ottobre a Gulp Music (Rai Gulp)
•18/10 - Nasce MIA, il network concreto della Musica Indipendente per creare valore insieme
•18/10 - Backliner su Riccardo Sinigallia apre la 13esima Festa del Cinema di Roma
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 08/08/2018 alle 11:33:50
The Good Doctor su RaiUno: nel secondo episodio di Martedi’ 7 Agosto si parla di disabilita’ e di Rick Allen, il batterista dei Def Leppard ..
di Giancarlo Passarella
Il telefilm tratta di Shaun Murphy, un giovane chirurgo autistico con la Sindrome del Savant, proveniente dal Wyoming dove ha vissuto un'infanzia travagliata. A Reggello un mese fa il convegno Abbattiamo le barriere sui disabili.

Il telefilm tratta di Shaun Murphy, un giovane chirurgo autistico con la Sindrome del Savant, proveniente dal Wyoming dove ha vissuto un'infanzia travagliata. A Reggello un mese fa il convegno Abbattiamo le barriere sui disabili.

It’s such a magical mysteria
When you get that feelin'..

Il decimo episodio della prima serie di The good doctor aveva come titolo Sacrificio: si narrava di un campione di videogiochi che si deve operare ad una mano, ma che ha trascurato un cancro che ora si è diffuso anche al cervello. Lo staff medico perciò lo sottopone ad una delicata operazione e (durante le ore in sala operatoria) il primario fa capire ai suoi giovani medici che è probabile che l’ammalato perda l’uso della parte sinistra del corpo, diventando così un disabile: particolarmente interessato a questi argomenti è Shaun Murphy (ruolo interpretato da uno splendido Freddie Highmore), anche lui disabile e perciò emotivamente vicino al futuro che si prospetta al giovane malato…

Il fulcro della lunga operazione è il momento in cui il primario apre gli occhi ai suoi medici, dicendo che un disabile non vive con un handicap gigantesco, se solo si approccia alla sua nuova vita con lo spirito giusto e con ovviamente le strutture adeguate: nel concludere la frase, dice chiaramente di prendere ad esempio Rick Allen, il batterista dei Def Leppard ..

Ma perché sono ancora emozionato dalla visione del telefilm? Perché il primario ha citato le testuali parole del dottor Paolo Scarsella, organizzatore del convegno Free2Fly – Abbattiamo le barriere che si è svolto il 7 Luglio a Reggello…. ed il 7 Luglio è esattamente un mese prima della messa in onda del telefilm… Non credendo nel caso, faccio rientrare tutto questo nella sincronicità ed in tutti i suoi nessi a-casuali, anche perché l’esempio di Rick Allen è quello che ho usato anche io, quando ho coordinato il convegno a Reggello, con cui abbiamo iniziato quella interessante giornata.

Detto che tutta la giornata del 7 Luglio è stata filmata e che lavoreremo ad un docu-film che ne presenterà i momenti più interessanti (secondo l’Amministrazione Comunale locale non sarebbe male proiettare il filmato nelle scuole del comprensorio), non resta che elogiare RaiUno per avere puntato su un buon prodotto, dove la disabilità è vissuta da più attori, alcuni dei quali coinvolti in prima persona nelle varie trame, mentre altri abilmente giocano il ruolo di chi quelle barriere non le vuole nemmeno abbattere. E non ci riferiamo solo alla barriere architettoniche ..

Un altro successo per The Good Doctor di ieri sera: con oltre 3 milioni e 700mila spettatori vince la prima serata e con il 21,2% di share.






 Articolo letto 904 volte


Pagina stampabile