Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•20/02 - Marte - Metropolis in my head (Libellula) un rock rampante tutto al femminile
•20/02 - Stanza singola: l’album di debutto da solista di Franco126
•20/02 - Gwyn Ashton Solo Elektro (autoproduzione) – Quando hai una chitarra in mano…
(altre »)
 
 Comunicati
•21/02 - XVII Premio Fabrizio De Andrè, ecco i finalisti
•21/02 - Alex Ricci degli Apres La Classe: esce con il suo nuovo singolo decisamente di pop soul elettronico
•21/02 - Queen, il 23 e 24 febbraio programmazione speciale su VH1
(altre »)
 
 Rumours
•21/02 - Mahmood sabato 23 febbraio a Gulp Music (Rai Gulp)
•21/02 - La parte mancante, esce il disco di inediti di Francesco Di Giacomo
•20/02 - Noemi canta Vanoni nella soundtrack di Domani è un altro giorno
(altre »)
Rumours
Pubblicato il 07/09/2018 alle 08:38:50
Addio a Guido Baggiani, esponente della musica contemporanea ed elettronica
di Manuela Ippolito Giardi
E’ morto a 86 anni il compositore Guido Baggiani. Nato a Napoli il 4 marzo 1932, era stato membro dal 1966 al 1977 del gruppo Nuova Consonanza. Figura fondamentale nella studio e nella diffusione della musica elettronica.

E’ morto a 86 anni il compositore Guido Baggiani. Nato a Napoli il 4 marzo 1932, era stato membro dal 1966 al 1977 del gruppo Nuova Consonanza. Figura fondamentale nella studio e nella diffusione della musica elettronica.

La notizia della scomparsa di Baggiani, avvenuta nella giornata di giovedì 6 settembre, ha destato subito grande commozione e cordoglio da parte dei più autorevoli esponenti del mondo della musica classica contemporanea e della cultura in generale.

Baggiani aveva iniziato a studiare al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma con Boris Porena, per poi trasferirsi alla Rheinische Musikschule di Colonia con Karlheinz Stockhausen. Dal 1967 ha partecipato all’attività di Nuova Consonanza che, nello stesso anno, ha eseguito il suo primo lavoro “Mimesi”, sotto la direzione di Gilbert Amy. Dal 1970 al 2000 è stato titolare di una cattedra di composizione prima al Conservatorio Rossini di Pesaro, poi al Conservatorio Morlacchi di Perugia, poi al Conservatorio di Santa Cecilia in Roma e, infine, al Conservatorio Casella a L’Aquila. È del 1974 la creazione al Festival di Royan della sua opera per orchestra da camera e dispositivo elettroacustico “Memoria” (Collectif 2e2m, dir J. Mercier). È stato poi inviato negli Stati Uniti come rappresentante italiano al Festival per la celebrazione del Centenario di Charles Ives.

Nella sua produzione c’è stato un approccio al teatro musicale con un madrigale drammatico su testo di Valerio Magrelli “Perso per perso”; mentre occasione di contatto fra mondo strumentale e mondo elettroacustico è la composizione di “Kahàl” per 2 pianoforti, 2 tromboni e nastro (C.R.M. di Roma. Negli ultimi anni si è dedicato spesso alla musica da camera sia per piccoli che per grandi ensembles.

Tra i lavori per formazioni più estese si ricordano “Labirinti per 15 esecutori” (legni, ottoni, perc. e archi) e “I Tempi dell’Onda” per 15 archi. Dopo essere stato invitato alla Frostburg University di Washington dove ha tenuto seminari e concerti nell’ambito di una manifestazione retrospettiva della musica del XX secolo, negli ultimi anni ha spesso tenuto seminari o partecipato a convegni sulla musica del ‘900.




 Articolo letto 1880 volte


Pagina stampabile