Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Mediaset pronta a portare sul canale 66 del digitale terrestre una sua radio
 

www.fanzine.net
 Interviste
•20/01 - Mario Iob: cantare e scrivere la salvezza e il dolore
•12/01 - Isabella Benaglia ci racconta i Thegiornalisti
•24/12 - Akroterion, ai confini delle tenebre.. partendo dallo storico black metal scandinavo
(altre »)
 
 Recensioni
•21/01 - Minotauro Apocalyptic Sense (7Hard) – Heavy Metal frontaliero…
•19/01 - Ananda Mida - Cathodnatius - il progressive che guarda al passato
•19/01 - Jack Maniak Code 403 (Jst Records) – Tastiere grondanti di note a cascata…
(altre »)
 
 Comunicati
•19/01 - Il 24 Gennaio la pianista Cettina Donato in concerto all'Alexander Platz Jazz Club di Roma
•18/01 - Ora o mai più, torna su Rai 1 la gara tra vecchie glorie della canzone
•18/01 - Flashdance il Musical, dal 5 al 10 febbraio a Roma
(altre »)
 
 Rumours
•19/01 - Pubblicato il primo singolo di Roberto Zampaglione dal titolo Che Mi Separa da Te feat Lastanzadigreta.
•18/01 - I Negrita in uscita con la raccolta I Ragazzi Stanno Bene
•18/01 - 44 Gatti, esce la colonna sonora della serie animata
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 09/11/2018 alle 15:53:12
Il “Canzoniere” di Squilibri e l’abbraccio ritrovato di poesia e musica
di Alessandro Hellmann
Le voci della poesia contemporanea dialogano, in armonia o in contrasto, con espressioni musicali disparate, dall’alt-rock al jazz, dall’hip-hop all’etno-world, e con comics a stile libero, dando vita ad un’esperienza culturale senza precedenti

Dopo il magnifico volumetto con CD dedicato alla poesia ferita e periferica di Alberto Dubito, l'editore romano Squilibri presenta due nuove uscite della collana “Canzoniere”: “Desiertos De Amor” di Raúl Zurita e “Idioma Da Tinta” di Yolanda Castano. L’obiettivo ambizioso è quello di ricongiungere attraverso nuove vie, mai ovvie o banali, i destini della musica e della poesia, con baricentro ben saldo nel presente, come testimoniano gli accostamenti spericolati tra forme espressive apparentemente lontane (si pensi non solo alla relazione tra la parola poetica e una dimensione musicale che va ben oltre il ruolo di semplice commento o tappeto d’atmosfera, ma anche alla presenza costante di un “poetry comix” a corredo di ogni albo).
La poesia del cileno Raúl Zurita, attraverso un linguaggio al vetriolo che va dritto per dritto come un calcio in bocca, rappresenta “un esercizio privato di resurrezione”. La band indie-rock González Y Los Asistentes sostiene e amplifica la potenza già devastante della parola con un suono plumbeo, sporco, gravido di elettricità.
Alle ferite sociali e politiche consumate in gravide penombre sudamericane fa da contraltare la riflessione in punta di penna della poetessa galiziana Yolanda Castano, incentrata sul ruolo della lingua e dell’identità. La accompagna, in un gioco di suggestioni e rimandi, il linguaggio musicale eclettico e aperto alle contaminazioni di Isaac Garabatos.
L’edizione, come abitudine di Squilibri, è estremamente rigorosa e curata.

 Articolo letto 904 volte


Pagina stampabile