Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Martedi' 30 Ottobre si decide per la vendita dei 5 mux di Persidera. societa' con TIM e GEDI ..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•13/11 - Silvano Piari ed il mondo delle discoteche, ma anche quello de La Galleria del Disco a Firenze ..
•10/11 - Tytus: heavy rock friulano, corposo e nobile
•07/11 - Intervista a Marcello Mautone, il cantante dei Blugrana … per superare il piattume della discografia italiana.
(altre »)
 
 Recensioni
•19/11 - Eric Bibb: nuovo doppio album
•18/11 - Il perugino Massimiliano Barulli, folgorato dai Guns' n Roses, studioso dei gruppi che omaggiano le rockstar famose ..
•17/11 - Mumble Rumble – Insidious Inside (Latlantide/Edel) Bologna non è mai banale
(altre »)
 
 Comunicati
•18/11 - River (Antologia di un viaggio), opera inedita di teatro-canzone, scritta da Davide Ceddia dei CamilloRe' ..
•17/11 - Un giorno storico è il nuovo singolo di Giulio Casale
•17/11 - Il concerto di Natale? Tradizionale e solidale: a Milano si inizia il 18 Novembre ..
(altre »)
 
 Rumours
•18/11 - Pippo Pollina torna in Italia con Cento Chimere Solo Tour 2018
•17/11 - Steve Wynn e Chris Cacavas a Le Mura di Roma con Graziano Romani e Rodrigo D'Erasmo
•16/11 - Chris Cornell, in un box l'eredità artistica del rocker
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 10/11/2018 alle 11:28:21
Twenty four hours - Close – Lamb – White – Walls, il progressive d'autore sempre in grande stile.
di Silvio Mancinelli
Non fare tanti dischi ma farli di qualità quando si ha qualcosa da dire e da suonare soprattutto. Questo è forse l'insegnamento più grande che i Twenty four hours comunicano con “Close – Lamb – White – Walls”.

Non fare tanti dischi ma farli di qualità quando si ha qualcosa da dire e da suonare soprattutto. Questo è forse l'insegnamento più grande che i Twenty four hours comunicano con “Close – Lamb – White – Walls”, album ispirato ai dischi “bianchi” più importanti della storia del rock (Joy Division, Genesis, Beatles, Pink Floyd).

È un doppio album pieno di psichedelia e progressive, elementi che hanno caratterizzato la storia del gruppo. Una caratterizzazione dell'album è che in questo hanno collaborato i Tuxedomoon: Blaine Leslie Reininger e Steven Brown hanno suonato in “Interwined” e in “All the world needs is love”.

Tra l'altro c'è anche una loro cover (una in versione elettrica e una acustica di “What use”). Anche la presenza di Elena Aletheia e della sua voce eterea, rendono preziose canzoni come “All the world needs is love”. Ascoltare questo doppio album, significa fare un salto nel passato, nel passato vissuto dai Pink Floyd e dei Genesis con Peter Gabriel, soprattutto quando l'asolo è fatto da uno strumento a fiato e non dagli strumenti classici del rock.

A tutto ciò aggiungeteci una grattugiata di King Crimson ed un disco di levatura internazionale, riscoprendo i classici è fatto.

La tracklist
Disco 1

1) 77
2) Broken song
3) Medley: Embryo/What use
4) All the world needs is love
5) Intertwined
6) Urban sinkhole

Disco 2

1) Adrian
2) Supper's rotten
3) The tale of the holy frog
4) she's our sister
5) What use (acoustic)





 Articolo letto 371 volte


Pagina stampabile