Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
•17/04 - Megàle: Imperfezioni (Area51 Records)
•16/04 - KrashKarma Morph (Splitnail Records) – Industrial evoluto
(altre »)
 
 Comunicati
•23/04 - Cranberries, In The End l'ottavo e ultimo album
•23/04 - Piero Pelù a novembre in tour con i Bandisos
•19/04 - Giorgia apre a Genova il Festival internazionale di Nervi
(altre »)
 
 Rumours
•23/04 - Vinicio Capossela on air Il povero Cristo
•23/04 - Emma Muscat e Biondo insieme in Avec Moi
•19/04 - Boomdabash ft. Cupido & Portusclan El Tigre on air con Que Te Enamores
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 29/11/2018 alle 18:34:24
Mildred- Il colore degli inverni, musica attuale per i giovani
di Silvio Mancinelli
“Il colore degli inverni” è il secondo album dei Mildred, band nata nel 2015 e già conosciuta con il loro primo lavoro dal titolo evocativo “Il primo”.

“Il colore degli inverni” è il secondo album dei Mildred, band nata nel 2015 e già conosciuta con il loro primo lavoro dal titolo evocativo “Il primo”.

“Il colore degli inverni” è un album che guarda molto ai giovani, perché i suoni richiamano molto quelli che il pubblico di una certa età vuol sentire, tra un po' di emo con ritornelli gridati, all'uso dell'elettronica, a ritmi che guardano più alla trap che ad altro.

Il disco è graffiante e lo è per tutte le dieci canzoni proposte, da “Ancora” a “Venirne fuori”. Il problema è che, nonostante tutto sia moderno in questo disco, manca quella freschezza o originalità che si richiede ad una nuova proposta.

Un minimo garantito direi, bisognerebbe rispondere alla domanda: “Perchè scegliere i Wildred e una band già ascoltata. Non che i Mildred siano tipo i Kolors, ma, dai Limp Bizkit dei primi anni 2000 o gli Incubus, fino a chi ora contamina alla grande come West o Lamar, c'è da imparare e tutti questi artisti, nonostante non abbiamo inventato nulla, riescono sempre a essere originali. Se proprio vogliamo trovare un punto di riferimento canoro attuale, compreso i cori di “Muoiono gli eroi”, ci sono i Thirty Second To Mars. Ma io sono solo uno scribacchino che non conta nulla, e sono sicuro che i giovani di oggi apprezzano questa musica, molto più di me.

La tracklist

1) Ancora
2) Benjamin button
3) Je suis Figaro
4) Prendiamo forma
5) Muoiono gli eroi
6) Salta
7) Il colore degli inverni
8) Dio chi è?
9) Amen
10) Venirne fuori






 Articolo letto 1476 volte


Pagina stampabile