Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•25/04 - JM - Uno (Jap rec), il rap che si fa cantautorato
•24/04 - Gran Bal Dub - Benvenguts a bord (Self) modernità e tradizione
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
(altre »)
 
 Comunicati
•26/04 - Valerio Scanu sabato 27 aprile a Gulp Music (Rai Gulp)
•24/04 - Viaggio in Italia, cantando le nostre radici con AdoRiza e Tosca
•23/04 - Piero Pelù a novembre in tour con i Bandidos
(altre »)
 
 Rumours
•24/04 - Resistenze Elettriche, torna Lo ZOO di Berlino con Patrizio Fariselli e Christiane F.
•23/04 - Vinicio Capossela on air Il povero Cristo
•23/04 - Emma Muscat e Biondo insieme in Avec Moi
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 11/01/2019 alle 10:30:14
Coez, fans in delixio al Maxxi di Roma per il lancio di E' sempre bello
di Antonio Ranalli
Da oggi "È sempre bello" (Carosello Records), il nuovo singolo di Coez, è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali. L'artista ha lanciato il singolo ieri sera in un doppio evento al Maxxi di Roma e a Milano.

Da oggi "È sempre bello" (Carosello Records), il nuovo singolo di Coez, è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali. L'artista ha lanciato il singolo ieri sera in un doppio evento al Maxxi di Roma e a Milano.

Il brano è stato presentato nella sera di giovedì 10 gennaio a Roma (foto Brainstorm Agency) e Milano, con un appuntamento anticipato nei giorni scorsi da un countdown. Coez ha scelto di proiettare sulle mura di un edificio storico alle Colonne di San Lorenzo a Milano e a Roma sulla facciata del MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo), il videoclip di È sempre bello, realizzato dagli YouNuts, che uscirà ufficialmente nei prossimi giorni. L'artista è stato presente al Maxxi, dove è stato accolto da oltre 300 fans, che nonostante il freddo gelido della serata romana hanno resistito fino all'ultimo, ripagando Coez con tanto affetto. L'artista è più volte uscito nello spazio antistante il Maxxi per guardare il video con i fans e sottoporsi a dei veri e propri selfie di gruppo.

L’artista nel 2019 celebra 10 anni di carriera solista e torna a un anno e mezzo dal successo dell’ultimo album “Faccio un casino”, certificato doppio platino, e dal fenomeno de “La musica non c’è”, il brano con cui ha infranto tutti i record e collezionato 7 dischi di platino e 74 milioni di visualizzazioni con il videoclip. Coez entra a pieno titolo nella storia dello streaming e della discografia italiana con un singolo e album che ad oggi, sono ancora nella classifica di vendita FIMI/GfK. Il disco contiene anche la title track Faccio un casino e Le Luci della città (certificati triplo platino), E yo mamma e Ciao (certificati platino). Con i suoi live raggiunge numeri altissimi, registrando solo nel 2017/2018 ben 180 mila presenze.

"È sempre bello" è uno slogan emotivo, romantico e altrettanto disilluso. Scritto da Coez e prodotto da Niccolò Contessa, il beat della traccia conquista già dal primo ascolto: ci si sente compresi, al sicuro, come se d’improvviso ci si concedesse il lusso di accettare le proprie debolezze. È sempre bello accogliere un pensiero diverso dal nostro, la novità che ci fa paura, una sorpresa che non sappiamo come prendere, imparare a guardare con occhi diversi. C’è l’hip-hop, un ritornello sfacciatamente pop, l’inconfondibile voce di Coez, autoriale e profondamente sentimentale, e una base scarna, intima, proprio “come quando piove e io mi scordo l’ombrello”.

"Mi sono concesso più positività, è sempre bello è “casa”, è quel posto di cui tutti hanno bisogno", ha detto Coez, "So che non c’è un finale prestabilito. Se non arrivo ad essere quello che vorrei, cerco di chiedermi cosa posso davvero fare per me stesso. Bisogna perdonarsi, ogni tanto".





 Articolo letto 530 volte


Pagina stampabile