Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•20/02 - Marte - Metropolis in my head (Libellula) un rock rampante tutto al femminile
•20/02 - Stanza singola: l’album di debutto da solista di Franco126
•20/02 - Gwyn Ashton Solo Elektro (autoproduzione) – Quando hai una chitarra in mano…
(altre »)
 
 Comunicati
•21/02 - XVII Premio Fabrizio De Andrè, ecco i finalisti
•21/02 - Alex Ricci degli Apres La Classe: esce con il suo nuovo singolo decisamente di pop soul elettronico
•21/02 - Queen, il 23 e 24 febbraio programmazione speciale su VH1
(altre »)
 
 Rumours
•21/02 - Mahmood sabato 23 febbraio a Gulp Music (Rai Gulp)
•21/02 - La parte mancante, esce il disco di inediti di Francesco Di Giacomo
•20/02 - Noemi canta Vanoni nella soundtrack di Domani è un altro giorno
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 12/01/2019 alle 09:47:00
Virtual Time - Animal Regression (Go Down Records) lo spirito hard rock in 8 canzoni
di Silvio Mancinelli
Led Zeppellin a palla! Cosi' si puo' riassumere Animal Regression, il nuovo album dei Virtual Time.

Led Zeppellin a palla! Cosi' si puo' riassumere Animal Regression, il nuovo album dei Virtual Time.

La band e' ripartita da “From The Roots To A Folded Sky”, il loro precedente lavoro affinando, lì dove è possibile, il loro stile.

La band, formata da Alessandro Meneghini, Luca Gazzola, Marco Pivato, Filippo Lorenzo e Mocellin ci riporta in mente proprio i Led Zeppelin e Plant alla voce.

I Virtual Time, dunque, non si inventano nulla, anche perche', fino ai Rival Sons e ai Greta Van Fleet, passando per tutto l'hard rock anni 90 di Seattle, questo genere musicale non è mai morto, forse è stato solo messo da parte.

Un bel disco, molto tirato e breve. Benché ci sia una ispirazione molto forte alla musica degli anni 70, il lavoro e' molto gustoso da ascoltare, tanto è vero che ho inserito “Heaven is asking” nella mia personale playlist. Ottimo lavoro.

La tracklist
1) Grain of existence
2) High class woman
3) The adventure of funky boy
4) Heaven is asking...
5) Animal regression
6) Rush of air
7) I see the moonlight
8) Fly away






 Articolo letto 466 volte


Pagina stampabile