Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•18/02 - Progetto Panico: Universo n.6
•18/02 - Earth to Ashes Earth to Ashes (autoproduzione) – Una bella rinconferma…
•17/02 - Giulio Casale - Inexorable (Vrec, 2019) Un grande ritorno!!
(altre »)
 
 Comunicati
•19/02 - Caba#Lo.Co & Cinici Sapori, rassegna di cabaret musicale al Circolo Arci di Osnago dal 23 Febbraio al 13 Aprile 2019
•18/02 - Jova Beach Party, attivato il tavolo tecnico tra Guardia Costiera e WWF
•18/02 - AIR - Artisti in Residenza il 18 febbraio all'Auditorium di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•19/02 - Tufello World Festival: il 22 Febbraio concerto di Ousmane Coulibaly
•18/02 - Mahmood vince anche il Festival della stampa e del media
•18/02 - La tribute band sui Nirvana piu' famosa negli States a Marzo in tour in Italia
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 02/02/2019 alle 11:16:36
Road of kicks - Before the stone, la storia della musica tra Pietre Rotolanti e Strokes
di Silvio Mancinelli
Sarà un caso, ma ultimamente si ascoltano un po' di band che fanno della ricerca delle radici il loro scopo. I Road of kicks con il loro “Before the stone”, puntano proprio a questo.

Sarà un caso, ma ultimamente si ascoltano un po' di band che fanno della ricerca delle radici il loro scopo. I Road of kicks con il loro “Before the stone”, puntano proprio a questo.

Con le loro undici canzoni si ritrovano a suonare cose che rimandano ad un rock un po' dimenticato ma per nulla morto. Il disco sprizza nergia e pulizia nei suoni, senza inventare cose strane: i Road of kicks, non scimmiottano un qualcosa di antico, ma lo rendono attuale, un po' come fa Jack White.

E quindi questa band, come i Keet & More del resto, cercano di proporsi al pubblico studiando il passato, in maniera rispettosa. “Before the stone”, si ispira ai Rolling Stone e ai Creedence, ponendosi in un gruppo di band internazionali che trovano il loro fondamento nel passato, come i Darkness ( con l'hard rock alla AC/DC), Jack White appunto, e i Rival Sons.

Ottimo disco che vale la pena ascoltare, senza pregiudizi, perchè come nel ciclo di Krebs, tutto torna al punto di partenza.

La tracklist

1) Double fire
2) Genuine times
3) 24 Spindle Jenny
4) Midnight knoockers
5) Charcoal
6) Ryan & the worms
7) A walk to lose your blues
8) Oh rake
9) Keep on tangle
10) Roll on ice
11) Evening echo






 Articolo letto 330 volte


Pagina stampabile