Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
Ai canali 45 e 55 del digitale terrestre della Sony interessate Mediaset, Viacom, Fox ed anche De Agostini
 

www.fanzine.net
 Interviste
•16/02 - Lora & The Stalkers: tra punk, rock'n roll e new wave
•31/01 - Irama a Sanremo per raccontare la violenza sulle donne
•28/01 - Tra numeri primi e robot rock indie: ecco Le Frequenze di Tesla ..
(altre »)
 
 Recensioni
•18/02 - Progetto Panico: Universo n.6
•18/02 - Earth to Ashes Earth to Ashes (autoproduzione) – Una bella rinconferma…
•17/02 - Giulio Casale - Inexorable (Vrec, 2019) Un grande ritorno!!
(altre »)
 
 Comunicati
•19/02 - Caba#Lo.Co & Cinici Sapori, rassegna di cabaret musicale al Circolo Arci di Osnago dal 23 Febbraio al 13 Aprile 2019
•18/02 - Jova Beach Party, attivato il tavolo tecnico tra Guardia Costiera e WWF
•18/02 - AIR - Artisti in Residenza il 18 febbraio all'Auditorium di Roma
(altre »)
 
 Rumours
•19/02 - Tufello World Festival: il 22 Febbraio concerto di Ousmane Coulibaly
•18/02 - Mahmood vince anche il Festival della stampa e del media
•18/02 - La tribute band sui Nirvana piu' famosa negli States a Marzo in tour in Italia
(altre »)
Notizie
Pubblicato il 05/02/2019 alle 14:38:30
Addio a Giampiero Artegiani, autore del brano Perdere l'Amore e altri successi
di Manuela Ippolito Giardi
Grave lutto nel mondo della musica italiana. Si e' spento a 64 anni l’autore, cantautore e produttore Giampiero Artegiani. Tra i suoi successi il brano con cui Massimo Ranieri vinse il Festival di Sanremo nel 1988.

Grave lutto nel mondo della musica italiana. Si e' spento a 64 anni l’autore, cantautore e produttore Giampiero Artegiani. Tra i suoi successi il brano con cui Massimo Ranieri vinse il Festival di Sanremo nel 1988.

Una notizia che arriva alla vigilia del Festival di Sanremo, a cui il musicista aveva partecipato con numerose canzoni.

Nato a Roma il 14 maggio del 1955, Artegiani è noto al pubblico del rock progressivo italiano per essere stato tastierista e chitarrista dei Semiramis, band formata con i fratelli Zarrillo e che diede alle stampe l’album Dedicato a Frazz. Dopo questa esperienze, e affinati gli studi musicali, iniziò a comporre con Marcello Marrocchi. Tentò anche l’avventura pop con i Carrilon nel 1978 e da solista con brani come “Il sogno di un buffone”, “Acqua alta in Piazza San Marco” (presentata a Sanremo nel 1984) e “…e le rondini sfioravano il grano” (terzo a Sanremo giovani nel 1985).

Una carriera solista che avrebbe sicuramente meritato maggiori fortune. Le maggiori soddisfazioni per Artegiani sono arrivate come autore firmando canzoni per Franco Califano («La mia libertà», «Ragazzo mio», «Non so vivere a metà»), Michele Zarrillo («Soltanto amici», «L'ultimo film insieme», «La prima cosa che farò», «Mani nelle mani»), Silvia Salemi («A casa di Luca») e Maria Carta («Le memorie della musica»).

Il suo più grande successo è sicuramente “Perdere l’amore” scritta con Marcello Marrocchi, e affidata a Massimo Ranieri che portò il brano in trionfo al Festival di Sanremo del 1988. Con Ranieri ha collaborato più volte nel corso degli anni. Nel 1991 ha scritto per Peppino Di Capri «Comme è ddoce 'o mare», con cui prese parte all’Eurofestival che si tenne in Italia a Cinecittà, mentre nel 1994 era stato tra gli ideatori della Squadra Italia, super gruppo con vecchie glorie come Nilla Pizzi, Mario Merola, Wess e Jimmy Fontana. Risale al 2009 il suo ritorno da solista, mentre nel 2017 aveva partecipato alla reunion dei Semiramis.






 Articolo letto 349 volte


Pagina stampabile