Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
•17/04 - Megàle: Imperfezioni (Area51 Records)
•16/04 - KrashKarma Morph (Splitnail Records) – Industrial evoluto
(altre »)
 
 Comunicati
•23/04 - Cranberries, In The End l'ottavo e ultimo album
•23/04 - Piero Pelù a novembre in tour con i Bandidos
•19/04 - Giorgia apre a Genova il Festival internazionale di Nervi
(altre »)
 
 Rumours
•23/04 - Vinicio Capossela on air Il povero Cristo
•23/04 - Emma Muscat e Biondo insieme in Avec Moi
•19/04 - Boomdabash ft. Cupido & Portusclan El Tigre on air con Que Te Enamores
(altre »)
Pubblicato il 03/03/2019 alle 10:40:53
Fakir Thongs - Lupex e il grande rock risorge dalle ceneri
di Silvio Mancinelli
Secondo album per i Fakir Thongs dal titolo “Lupex”: 50 minuti di altissimo rock, indirizzato proprio a chi pensa che questo genere sia morto.

Secondo album per i Fakir Thongs dal titolo “Lupex”: 50 minuti di altissimo rock, indirizzato proprio a chi pensa che questo genere sia morto.

Un inizio alla Doors con “No tears”, ma poi c'è tanta roba in questo “Lupex”. Prima di tutto c'è il blues, elemento essenziale per qualunque band progressive e stoner.


Ispirazioni per l'album? Probabilmente il suono si avvicina spesso a quello dei Queen of stone Age e dei Kyuss, ma anche a quello delle band progressive anni 70 come i Pink Floyd. Nota ovviamente distintiva sono i cambi di tempo che contraddistingue i vari brani. “Lupex” non è un disco durissimo, ma è fatto molto bene.

Sono sicuro che la band potrebbe fare anche dei bel pop rock di ottimo fatturato. Questo è album che, ascoltato la mattina, ti fa cominciare la giornata con il piglio giusto e tanta energia. Ascoltatevi per esempio “Wasting you smile”, sembra una canzone pop e poi ti “picchia” alla fine. Gran disco.

La tracklist

1) No tears
2) State of grace
3) Poison me twice
4) Pen strokes
5) Wasting your smile
6) A secret to unfold
7) Hormiga bite
8) Reaching the coast
9) Lady bell
10) Luxia Rajosa








 Articolo letto 1069 volte


Pagina stampabile