Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
•17/04 - Megàle: Imperfezioni (Area51 Records)
•16/04 - KrashKarma Morph (Splitnail Records) – Industrial evoluto
(altre »)
 
 Comunicati
•19/04 - Giorgia apre a Genova il Festival internazionale di Nervi
•19/04 - Festival Popolare Italiano, dal 25 aprile al Teatro Villa Pamphilj a Roma
•19/04 - Achille Lauro sabato 20 aprile a Gulp Music (Rai Gulp)
(altre »)
 
 Rumours
•19/04 - Boomdabash ft. Cupido & Portusclan El Tigre on air con Que Te Enamores
•17/04 - Campusband 4 Musica e Matematica con Mogol, Mussida e Lavezzi
•16/04 - Chiara Galiazzo annuncia il nuovo singolo Pioggia Viola con J-Ax
(altre »)
Pubblicato il 17/03/2019 alle 10:17:06
Jena Lu - Le dita nelle costole (I Dischi del Minollo), il rock acustico che nasce negli anni 90
di Silvio Mancinelli
Ogni tanto qualche abruzzese nel mondo del rock viene fuori. Mirko Lucidoni, in arte Jena Lu, proviene da Teramo ( non a caso) e si propone per la prima volta da solo con “Le dita nelle costole”, album rock sostanzialmente acustico.

Ogni tanto qualche abruzzese nel mondo del rock viene fuori. Mirko Lucidoni, in arte Jena Lu, proviene da Teramo ( non a caso) e si propone per la prima volta da solo con “Le dita nelle costole”, album rock sostanzialmente acustico.

Mirko, nato dice lui, musicalmente con “Nevermind” dei Nirvana, cresciuto con band alternative, trova la soluzione acustica adatta alle sue nuove canzoni. Nove canzoni che parlano un po' di tutto, soprattutto di esperienze personali e che, da un punto di vista del suono, ricordano un po' gli anni 90, in particolare i Goo Goo Dolls e i primi Afterhours.

Non particolarmente affascinante da un punto di vista dei testi, Mirko usa bene i suoni: si sente che ha esperienza nel campo e la sfrutta a pieno. C'è però ancora qualcosa da mettere a fuoco nel suo modo di fare.

La tracklist

1) Barad-dur
2) Ieri è oggi
3) L'esodo
4) La bamba
5) La sera
6) Chiudendo gli occhi
7) Spaziale
8) E' tutto bello
9) La stanza





 Articolo letto 2997 volte


Pagina stampabile