Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•18/04 - Closer: guardando al futuro!
•13/04 - I Desounder sono sicuri: cambiare il mondo con il rock? Si può fare.
•10/04 - Alex De Vito presenta Io sono fuori
(altre »)
 
 Recensioni
•18/04 - Il negozio di musica di Rachel Joyce, un'appassionante favola moderna
•17/04 - Megàle: Imperfezioni (Area51 Records)
•16/04 - KrashKarma Morph (Splitnail Records) – Industrial evoluto
(altre »)
 
 Comunicati
•23/04 - Cranberries, In The End l'ottavo e ultimo album
•23/04 - Piero Pelù a novembre in tour con i Bandidos
•19/04 - Giorgia apre a Genova il Festival internazionale di Nervi
(altre »)
 
 Rumours
•23/04 - Vinicio Capossela on air Il povero Cristo
•23/04 - Emma Muscat e Biondo insieme in Avec Moi
•19/04 - Boomdabash ft. Cupido & Portusclan El Tigre on air con Que Te Enamores
(altre »)
Recensioni
Pubblicato il 03/03/2007 alle 12:29:23
Renato Marengo e Michael Pergolani dal Festival di Sanremo: per Nathalie un sacco di successo ed un contratto discografico ....
di Giancarlo Passarella
Gongolano! I due acchiappatalenti di Demo hanno vinto: portano 4 artisti ad esibrsi nell'ambito di Sanremo Off ed a Nathalie come ai vecchi tempi viene offerto un contratto discografico in diretta, dopo la sua esibizione.

Gongolano! I due acchiappatalenti di Demo hanno vinto: portano 4 artisti ad esibrsi nell'ambito di Sanremo Off ed a Nathalie come ai vecchi tempi viene offerto un contratto discografico in diretta, dopo la sua esibizione.

Cos'altro aggiungere? Premetto la mia personale soddisfazione e vi riporto lo scritto giunto dalla cameretta d'albergo dove i due hanno momentaneamente trasferito da Saxa Rubra la redazione di Demo...

Devo dire che il primo approccio ufficiale a Sanremo di Michael e mio con la partecipazione di alcuni tra i migliori artisti scoperti da Demo sul palco di Sanremo Off è stato molto soddisfacente. Avevamo accolto l’invito di Pepi Morgia con piacere ma con la prudenza che un contatto sia pure esterno col festivalone, date le nostre note posizioni verso le scelte sanremesi, ci imponeva. Pepi, che stimiamo personalmente, ci aveva invitato a partecipare per tutta la settimana alla manifestazione da lui ideata che vede alternarsi sul palco band, cantautori, giovani artisti molto vicini alle scelte di Demo e fuori comunque dalle logiche discografiche del Festival di Baudo.

Per questo anno, d’accordo col nuovo direttore di Radio1 Antonio Caprarica, dati i tempi ristretti di decisione, abbiamo fatto una sorta di assaggio, di piccolo test per studiare la compatibilità e poi una eventuale partecipazione più ampia nelle prossime edizioni di Sanremo (sempre quella off, naturalmente). L’esperimento è andato più che bene, nonostante ci sia molto dispiaciuto che l’infiammazione alle corde vocali di Elisa, la cantante dei Reverse Engineering, primo gruppo previsto per giovedì 1 marzo nell’ora riservata a Demo a Sanremoff, abbia impedito al gruppo di esibirsi. Senza perdersi di coraggio i Dabol, lo scatenato gruppo reggae napoletano, attuale nostra sigla di chiusura si sono offerti di raddoppiare la propria esibizione suonando per un’intera applauditissima ora per le diverse centinaia di sanremesi accorsi in Piazza Colombo dove un‘ attrezzatissimo e funzionante palco era stato allestito. Molte radio private locali e nazionale, oltre naturalmente a Radio1 che ha ripetutamente sottolineato l’evento nel corso dei collegamenti condotti da Carlotta Tedeschi e da Gianmaurizio Foderaro, hanno dato rilevo alla partecipazione di Demo a Sanremo Off assieme a giornali e siti on-line, ma l’attenzione di pubblico e media è stata ancora più evidente nella seconda giornata riservata a Demo. Venerdì 2 infatti, quando sul palco si sono alternate altre due prestigiose scoperte di Demo: i Cappello a Cilindro, lanciati poi oltre che da Demo dalla vittoria del concorso Primo Maggio Tutto l’Anno che li ha portati l’anno scorso sul palco più seguito d’Italia, quello appunto del Primo Maggio, dove hanno suonato davanti a un milione di persone. I Cappello a Cilindro a distanza di 4 anni dalla nostra prima messa in onda di un loro demo, di strada ne hanno fatta tanta e poiché lo scopo principale che ci prefiggiamo a Demo Michael ed io è quello di aiutare chi ha talento a vivere della prorpia creatività vedere oggi i Cappello a Cilindro con un nuovo cd, con numerosi concerti alla settimana all’attivo lanciati verso un successo indiscusso di pubblico, ci riempie di felicità e ci incoraggia nella nostra ricerca di nuovi talenti. L’altro artista a rappresentare degnamente Demo venerdì 2 sul palco di Sanremo off è stato un altro “gioiello” di Demo, Nathalie, già vincitrice lo scorso anno del Premio SIAE PER DEMO. La fragile cantautrice italobelga che a dispetto della sua delicate ed esile figura sul palco tira fuori non si sa da dove una voce straordinaria, potente ed emozionante, si è subito guadagnata l’entusiasmo e l’emozione dei tantissimi che sono accorsi sotto il palco attratti sia dalla sua voce che dal suo modo di suonare il pianoforte che le consentono con la sola voce e la tastiera alternata a volte con la chitarra acustica di riempire con la sua personalità l’enorme palco allestito per ospitare gruppi e band rock ben più visibili. Ma durante la sua applauditissima esibizione con tanto di urletti, di brava, con applausi rivolti anche agli annunci e ai saluti di Demo e alle parole di incoraggiamento e di soddisfazione per la nostra scoperta che rivolgevo anche a nome di Michael a Nathalie, è avvenuto uno di quegli eventi quasi magici, quasi impossibili ma nei quali speriamo sempre.
Sul retropalcio dove attendevo di fare ogni tanto interventi per la registrazione che stavamo effettuando per Radio1 si è avvicinato Paolo Pierelli che a Demo conosciamo perché produce Angelica Sauprel Scutti, altra artista che a Demo abbiamo trasmesso già diverse volte e ha chiesto se potevo fare un annuncio. Gli ho detto ovviamente di attendere la fine dell’esibizione ma lui ha insistito dicendomi che l’annuncio riguardava proprio l’esibizione di Nathalie: “Vorrei chen tu annunciassi che la mia etichetta, la Point of View Records offre un contratto discografico a Nathalie…”
Un discografico “folgorato” dall’esibizione di un’artista! E’ il sogno della vita di un artista, è il sogno mio e di Michael che una scoperta di Demo realizzi il suo primo CD! Non appena Nathalie ha terminato il suo brano, emozionatissimo, ho fatto l’annuncio provocando il quasi svenimento e tanta gioia di Nathalie e un’applauso vero, partecipe, scrosciante da parte del pubblico che a quel punto non voleva più mandarla via. Immediata processione di radio che l’hanno intervistata “a caldo”, immediata mia telefonata a Michael col quale tra lacrime di pura gioia abbiamo simbolicamente brindato a questo entusiasmante risultato.
Dunque si può fare, si può organizzare certamente per il futuro a Sanremo qualcosa di più ampio, più giorni, più artisti, magari dirette anzichè le registrazioni che abbiamo fatto questa volta. La disponibilità di Pepi Morgia, direttore artistico degli eventi musicali del Comune di Sanremo è stata ampia e incondizionata. Con lui c’era l’assessore al Turismo e alle manifestazioni del Comune di Sanremo, Igor Varnero che i ha invitati non solo per il prossimo Sanremo Off ma anche a partecipare ad altre manifestazioni riservate agli emergenti che Sanremo organizzerà la prossima estate, poi notti bianche a settembre… Insomma ironia della sorte, la nostra sigla come il “popolo di Polifemo”, i nostri ascoltatori sanno, inizia così: “Su dai dai mandami il tuo demo, qui non siamo mica a Sanremo…” Ma questa è tutta un’altra Sanremo, è off, ci sembra veramente off. Ne parleremo subito col direttore..
.

Il reportage mi sembra fatto bene e con il cuore: quasi quasi ai due Pergolani e Marengo si prospetta un futuro da giornalisti e comunicatori. Ma prima devono finire lo sviluppo, superare la puberta' e forse avranno un futuro ... da grandi!

 Articolo letto 6157 volte


Pagina stampabile