Musical NewsMusicalNews
  Cerca

MusicalNews: le notizie che gli altri non hanno! - real news by true fans for hot peopleCOLLABORA CON NOI
 Editoriale
La tutela del prodotto autoctono: la polemica su Mogol e le quote di musica italiana..
 

www.fanzine.net
 Interviste
•07/03 - Sage, Croazia e storia.
•05/03 - Wyatt Earp: pistole, alcool e rock'n'roll!!
•03/03 - Dalla Russia una gelida folata di Heavy Metal…
(altre »)
 
 Recensioni
•22/03 - World Theater Masterpiece, sigle e anime secondo Jean Pierre Colella
•20/03 - Andrea Andrillo: Uomini, bestie ed eroi
•20/03 - St. Madness Bloodlustcapades (autoproduzione - promo) – Heavy Metal Heavy Metal
(altre »)
 
 Comunicati
•22/03 - Tecla Insolia il 23 marzo a Gulp Music (Rai Gulp)
•22/03 - Fanoya, il secondo singolo è Torno giovedì
•20/03 - La cantautrice ternana Daria pubblica il nuovo singolo Prima di Partire, definita una ballad rock ....
(altre »)
 
 Rumours
•22/03 - Sucker, il nuovo singolo che segna il ritorno dei Jonas Brothers dopo 6 anni di silenzio
•20/03 - Sfera Ebbasta, ad aprile i genitori entrano gratis ai concerti
•19/03 - Morgan apre la rassegna A tu per tu con...al Teatro Golden di Roma
(altre »)
Rumours
Pubblicato il 27/02/2019 alle 23:00:36
Drake è il Best Selling Recording Artist del 2018
di Manuela Ippolito Giardi
IFPI, l’organizzazione che rappresenta l’industria discografica nel mondo, ha nominato Drake Best selling recording artist del 2018: è merito del successo del quinto album Scorpion, che include le tracce "God’s Plan" e "Nice for What".

IFPI, l’organizzazione che rappresenta l’industria discografica nel mondo, ha nominato Drake Best selling recording artist del 2018: è merito del successo del quinto album Scorpion, che include le tracce "God’s Plan", "Nice for What" e "In My Feelings".

Dopo la prima vittoria ottenuta nel 2016, Drake riceve per la seconda volta il premio IFPI Global Recording Artist of the Year; l’unico riconoscimento che rispecchia il successo mondiale degli artisti attraverso le vendite fisiche e digitali, dai vinili agli stream. Gli artisti che hanno ottenuto il prestigioso premio negli scorsi anni sono stati: One Direction (2013), Taylor Swift (2014), Adele (2015) e Ed Sheeran (2017).

Rilasciato nel giugno 2018, il doppio album di 25 tracce di Drake ha battuto numerosi record a livello internazionale fin dalla settimana di debutto: Scorpion è stato infatti il primo album a raggiungere un miliardo di stream in tutte le piattaforme del mondo. Secondo Apple Music, l’album ha raggiunto la prima posizione in 92 paesi. E prima della release dell’album, il brano God’s Plan – pubblicato a gennaio – ha battuto i record sia di Spotify sia di Apple con oltre 14 milioni di streams.

Frances Moore, Chief executive di IFPI, afferma: “Drake ha avuto un anno incredibile, ed è più che degno del premio IFPI. Che il rapper canadese abbia vinto per la seconda volta testimonia il suo appeal globale e la capacità di coinvolgimento e connessione con i fan.

I dieci artisti di quest’anno riflettono il fascino globale della musica: dalle superstar come Ed Sheeran e Ariana Grande, fino all’ascesa di generi come il K-Pop e al ritorno alla tradizione dei Queen, i fan stanno esplorando e godendo la musica in ogni sfumatura, da tutti gli angoli del mondo”.

La boyband sudcoreana BTS occupa il secondo posto nella classifica IFPI dopo il successo mondiale degli album Love Yourself 轉 Tear, pubblicato a maggio 2018, e Love Yourself 承 Answer, dell’agosto 2018. Dalla sua costituzione nel 2013, la band ha creato una fanbase dalla portata internazionale – nota come ARMY – che ha contribuito a portare il K-Pop su un palcoscenico globale.

Ed Sheeran, già vincitore del premio IFPI 2017, mantiene una forte posizione sul terzo gradino del podio, grazie alla solida popolarità del terzo album in studio ÷ (Divide) e dei suoi singoli, tra cui le hit mondiali Shape of you, Castle on the Hill, Galway Girl e Perfect.

Top 10 Global Recording Artists 2018

1 Drake
2 BTS
3 Ed Sheeran
4 Post Malone
5 Eminem
6 Queen
7 Imagine Dragons
8 Ariana Grande
9 Lady Gaga
10 Bruno Mars





 Articolo letto 592 volte


Pagina stampabile