Chick- Bel Esprit

Sono una sorpresa per me i Chickn che al terzo album intitolato “Bel Esprit” propongono un pop veramente variegato rifacendosi ai maestri del passato. Sono nove le tracce che compongono questo disco ed il gruppo ateniese sorprende sempre per la sua versatilità. Basta ascoltare due tracce consecutive come “Infrared Panda Club” e la successiva, “Cande fly”, per capire l’ampia gamma di suoni. Da una parte si guarda ai grande maestri degli anni 80 come Brian Eno e David Byrne e dall’altra c’è una canzone tra Mercury Rev e Burt Bacharach. E come non si fa a pensare per “Moon underwater” ai Rem o ai New Order? C’è la chitarra elettrica, le tastiere e i synth e i fiati. “Bel Esprit”dura circa 30 minuti, e in così poco tempo riescono a metterci dentro tante cose, senza essere confusionari. Questo vuol dire essere bravi. Per loro qualcuno ha parlato di retrowave, ma secondo il sottoscritto, i Chickn sono solo un ottimo gruppo che fa buona musica.

La tracklist

  1. Bel Esprit
  2. Sweet Geneva
  3. Infrared Panda Club
  4. Cande fly
  5. Evening Primrose
  6. She’ll be apples
  7. Moon Underwater
  8. Die to make a living
  9. Chickn Tribe