Tra fusion, jazz ed elettronica: il cd Inside The Castle di Francesco Montanile

Si ispira ai grandi chitarristi e alla natura rigogliosa dell’Alto Adige il primo album da solista del chitarrista e compositore bolzanino Francesco Montanile pubblicato ieri 22 Dicembre su tutti i digital store. lnside the Castle è un album strumentale (fusion) interamente auto prodotto e composto da nove brani che si alternano con varie sonorità, armonizzate tra basi ritmiche ed elettroniche. I primi due singoli pubblicati (che fanno da apripista a questo nuovo progetto) sono Evolution e Nature Inside.

Originario di Avellino, il giovane artista bolzanino ha intrapreso lo studio della chitarra ad indirizzo jazz/moderno presso l’Istituto Musicale A.Vivaldi di Bolzano, concludendo il percorso nel 2018: collabora in diverse formazioni musicali e compone colonne sonore dalle atmosfere ambient che fanno da sfondo per video-documentari, oltre a partecipare ad alcune collaborazioni con la Rai Regionale.
Conclusi gli studi dello strumento, Francesco Montanile ha così deciso di avviare parallelamente un nuovo progetto musicale solista dalle influenze fusion-alternative, ispirandosi a grandi chitarristi dello stesso filone artistico e alla natura dell’ Alto Adige che lo circonda. A tal proposito il chitarrista ha deciso di dedicare il videoclip Nature Inside al meraviglioso Lago di Carezza, un piccolo lago alpino situato nell’alta Val d’Ega, e la grafica dell’album al Castel Roncolo, un castello medioevale a picco sul torrente Talvera all ‘imbocco della Val Sarentino. Da qui il titolo Inside the Castle, ad un album strumentale interamente auto prodotto e composto da nove brani, che si alternano con varie sonorità, armonizzate tra basi ritmiche ed elettroniche.