Per sempre di Firenze vanto e gloria: addio a Narciso Parigi, al lavoro sino agli ultimi giorni..

Il 29 Novembre 2017 (giorno del suo novantesimo compleanno), il nostro sindaco Dario Nardella gli ha consegnato il Fiorino d’Oro della città di Firenze, massima onorificenza comunale.

L’anno dopo sono stato io a presentare a Palazzo Vecchio il progetto discografico Italia, America e ritorno basato sulle sue canzoni, interpretate da Lorenzo Andreaggi: coinvolgendo un sacco di artisti (cordinati da Sergio Salaorni), quel disco è stato supervisionato in ogni momento dallo stesso Narciso Parigi.

Oltre a scegliere i brani (tra le centinaia che lui ha composto… e forse sono ben 4 mila!), Narciso Parigi si è sempre informato sullo stato delle registrazioni, ha voluto ascoltare i provini, ha messo la mano sulla spalla a Lorenzo Andreaggi, dicendogli di proseguire quel lavoro.
Qualche mese prima, siamo stati ricevuti a casa sua (la foto qui sotto lo testimonia) e ci ha concesso una lunga intervista video, nella quale è emersa tutta la sua bontà d’animo ed abbiamo intuito la grandezza storica della sua produzione artistica. Potremmo definirla sconosciuta, perchè per noi era solo il cantore dell’inno della Fiorentina e sapevamo parzialmente di quello che aveva fatto negli States, dei lunghi tour, dei film con lui protagonista ..

Ora però è solo il momento del dolore e di stare vicini alla sua famiglia: i funerali previsti alle 15 di Lunedì 27 Gennaio in Santissima Annunziata.
Lorenzo Andreaggi
in una recente intervista (clicca qui se vuoi leggerla) ha cercato di farci capire la favola di questo progetto discografico, con Narciso Parigi non solo omaggiato, ma protagonista. Sino agli ultimi giorni ..