L’interessante storia del ligure Lorenzo Piccone, con un disco registrato a Nashville negli RCA Victor Studios, dove hanno inciso Elvis Presley, Roy Orbison e Dolly Parton ..

Il 20 Gennaio arriva una mail da Edward Communication ed io vado a cercare se ci sono suoi concerti in giro, qualche videoclip, segnalazioni di eventi: poi spero nell’arrivo del suo cd, almeno per recensirlo.. niente di niente, anche se analizzate con me quello che mi è arrivato e noterete uno scritto assai interessante che prospetta un momento magico, sul quale possiamo anche dare il nostro piccolo aiuto promozionale.

Lorenzo Piccone, un italiano a Nashville – Wanderings è il nuovo album del musicista italiano Lorenzo Piccone, registrato e prodotto a Nashville, Tennessee, nei mitici studi della RCA Victor, dove, in passato, hanno registrato i loro successi Elvis Presley, Roy Orbison e Dolly Parton.

Prodotto dalla Eddie and Justy Productions (di Eddie Gore, Justyna Kelley e Juan Contreras) e pubblicato da SoundArt Recordings, il cd contiene dieci brani, tra cui il primo singolo estratto A place so high e una cover che il cantautore e chitarrista ligure Lorenzo Piccone, classe 1989, ha realizzato nello storico Studio C di Music Row con una band di sessionmen locali.
Ospite d’eccezione, il grande Steve Cropper, storica chitarra dei Booker T. & the M.G.’s e Blues Brothers e co-autore di Sitting on the dock of the bay di Otis Redding. Tra l’altro Cropper è socio dei RCA Victor Studios e suona in Green house, il brano con cui si apre Wanderings. Le nove composizioni originali dell’album, dalle sonorità tipiche della canzone d’autore americana, tra folk, blues e momenti più rock, sono state scritte interamente da lui e dalla cantautrice savonese Lisa Rossi, che è autrice di alcuni testi e ha prestato la voce come solista e nei cori..