Addio al professor Vincenzo Ponticiello… addio al bassista rock Dennis .. che lascia The Jets e tutti noi!

Riapro il cellulare e noto che non ha risposto al mio ultimo messaggio del 5 Aprile: l’avevo come al solito sommerso di bischerate per festeggiare il suo 65esimo compleanno! Ma non mi aveva mai risposto: non mi ero preoccupato più di tanto, dato che spesso si prendeva dei periodi di riflessione… ed invece forse era a combattere contro questo maledetto virus!
In una recente chiaccherata avevamo parlato del disco tra Lorenzo Andreaggi e Narciso Parigi (sotto la supervisione di Sergio Salaorni, il nostro comune amico e valente produttore dei dischi targati Dennis & The Jets), ma anche della scomparsa di Marianne Faithfull e di quello che a lui non gli andava proprio: l’andazzo rap & trap della discografia italiana. Per lui (nato con la melodia napoletana, ma cresciuto con lo spirito del rock’n’roll dei ragazzi con il ciuffo) quello che si ascoltava tutti i giorni era … ‘na strunzata!
Mi scrisse …c’è uno che questa estate andrà a cantare Cuore Matto alla festa del patrono di Roccacannuccia… dopo aver sputato veleno su Elvis ed i suoi epigoni italiani… tutte medicine!
Siccome non avevo ben capito il messaggio, gli avevo risposto che ne avremmo parlato presto, magari in compagnia dei suoi fratelli Johnny e Jerry: mi rispose che era concentrato a pregare! Gli ho chiesto lumi e mi ha detto .. a pregare che non salti il concerto degli Spettri a Scandicci …
Già perchè gli Spettri era l’altro suo progetto musicale, ritornati in auge dopo gli esordi negli anni’60, con tanto di bare portate dal pubblico al Circolo L’Affratellamento di Firenze: era la condizione per entrare gratis.

L’ultima volta che ho avuto l’occasione per presentarlo live è stato alla festa dell’Ospedale Palagi di Firenze, quando fecero un concerto riassuntivo sul rock’n’roll mondiale e non mi riusciva di intervistarlo per bene tra una canzone e l’altra, perchè mi rubava il microfono e diceva la sua, correggeva, integrava. Mi sono (fintamente) arrabbiato e gli ho detto che da quel momento lui avrebbe presentato ed io sarei andato a suonare il suo basso.
Mi ha laconicamente detto… o provaci!?!