Il videoclip di Einstein Said (brano dell’album Bread & Circuses) dei campani Psychopathic Romantics

Il mio invito è quello di leggere questo articolo intitolato Psychopathic Romantics: disponibile la versione in vinile dell’album Bread and Circuses. Era il 7 Aprile e vi raccontavamo la loro storia, ma soprattutto il fatto che Bread & Circuses è un disco di cinque anni fa, ma ora c’è anche la versione in vinile e con una tiratura limitata di 300 copie. A supporto dell’operazione venne pubblicato il videoclip del brano Extra Special Needs Guy ed ora anche quello di Einstein Said..

Questo ci raccontano gli Psychopathic Romantics, nella foto sotto fotografati da Eliano Imperato..
Einstein said è un altro brano estratto dal terzo album Bread & Circuses uscito nel 2015 per Freakhouse Records solo in formato digitale e che ora è disponibile finalmente su supporto fisico, ordinabile attraverso le pagine social della band. La recente uscita del video di Extra special needs guy avrebbe dovuto aprire un ciclo di video con cui la band italo americana con base in Campania intendeva rivisitare alcuni brani del disco per offrirne una veste live completamente inedita, acustica e arricchita dalla registrazione in contesti non convenzionali, ma l’improvviso lockdown da pandemia ha costretto il gruppo a rivedere i piani per il secondo videoclip del ciclo, optando quindi per Einstein said, in cui i musicisti suonano ognuno dalla propria casa, con strumenti di fortuna e riprendendosi con gli smartphone.     

Una scelta ragionata, illuminante e quanto mai attuale durante il lockdown globale. Il brano, infatti, muove dall’attitudine di molte persone a sentirsi in dovere di esprimere sempre la propria opinione con saccenza e arroganza su qualsiasi argomento, troppo spesso senza alcuna cognizione o competenza, spesso giudicando e sparando a zero. Un tranello in cui è facile cadere, specie nell’era dei social. La band attinge ai pensieri di Einstein e a Freud, focalizzandosi su un grande quesito aperto che questa quarantena forzata ci lascia come pesante eredità: “che ci fai qui e qual è il tuo scopo?”, domanda ripetuta in loop alla fine della canzone. Gli Psychopathic Romantics credono che la pandemia da covid-19 ci ha dato una nuova consapevolezza della forza della natura, capace di reagire e rigenerarsi mentre l’uomo è costretto a farsi da parte. Ne consegue la speranza che forse siamo ancora in tempo per prenderci cura del nostro pianeta, rallentando i ritmi e riappropriandoci del nostro tempo. Una quarantine session che rappresenta il modo della band di riconnettersi alla natura, di farle sapere che è con lei sempre, come dimostra anche il mood “agreste” del video, tra chi canta mentre rinvasa alcune piante di pomodoro e chi gioca con le percussioni usando cipolle appena raccolte.