House at Pooh Corner – Kenny Loggins, Jim Messina… e Winnie the Pooh

Le avventure del celebre orsetto Winnie the Pooh diventano fonte d’ispirazione per un brano di Kenny Loggins, che canterà poi insieme a Jim Messina

La San Gabriel Mission High School è uno storico e prestigioso liceo nella contea di Los Angeles. Nel 1966 a un allievo della scuola capita di leggere, nell’anno del suo diploma, uno dei romanzi dello scrittore inglese A. A. Milne, l’autore delle storie dell’orsetto Winnie the Pooh. Quel libro si chiamava The House at Pooh Corner e, nell’ultimo capitolo, Christopher Robin, l’amico umano di Winnie the Pooh, lasciava il bosco dei cento acri e tutti coloro che lo abitavano, animali inclusi. Commosso, dava l’addio a tutti.
Due anni dopo, quello stesso studente, Kenny Loggins, sta per registrare il suo primo disco e scrive una canzone ispirata proprio dalla lettura del libro di A. A. Milne, nella quale cattura quello stesso sentimento di addio all’adolescenza. La intitola House at Pooh Corner e ci mette dentro tutti i personaggi delle favole di A. A. Milne. Il suo produttore Jim Messina, già con i Buffalo Springfield e con i Poco, fa ascoltare il brano agli amici della Nitty Gritty Dirt Band che lo registrano, portandolo al successo.
Tre anni dopo, nel 1971, invece di pubblicare un album solista, Kenny Loggins decide di dar vita a un sodalizio artistico con Jim Messina e così i due, nel disco d’esordio Sittin’ In, incidono anche loro House at Pooh Corner: da quel momento inizia la leggenda di Loggins and Messina, un duo ancora oggi nel cuore degli appassionati.