Giant Rooks, arriva l’album di debutto Rookery

Singolo dopo singolo (per un totale di oltre 1 miliardo di stream a cui vanno aggiunti oltre 10 milioni di views su YouTube), concerto dopo concerto i Giant Rooks si sono fatti prima conoscere e poi amare dal pubblico per un approccio e uno stile alla musica contemporaneo ma al tempo stesso retrò capace di mescolare stili e contenuti per un risultato più che convincente. La band tedesca pubblica finalmente venerdì 28 agosto il disco di debutto “Rookery” ed è già pronta per presentarlo dal vivo, o meglio in streaming, con un concerto in diretta venerdì 28 agosto dal Tempodrom di Berlino. A partire dalle ore 21.00 i fan potranno prendere parte ad un live esclusivo durante il quale potranno chattare tra di loro per condividere, anche se a distanza, una serata di musica e divertimento (per informazioni e biglietti https://bit.ly/31IscNI).

Foto di Joseph Kadow

“ROOKERY”, disponibile in tutti gli store digitali e nei negozi tradizionali, conterrà 12 tracce: “The Birth of Worlds”, “Watershed”, “Heat up”, “Very Soon You’ll see”, “Rainfalls”, “Misinterpretations”, “Silence”, “What I know is All Quicks…”, “Wild Stare”, “Head By Head”, “All we Are”, “Into Your Arms”. La band formata da Frederik Rabe (voce, chitarra, percussioni e sintetizzatore), Finn Schwieters (chitarra), Luca Gottner (basso), Jonathan Wischniowski (piano e sintetizzatori) e Finn Thomas (batteria) è nata nel 2015 nella loro città natale, Hamm, nel nord della regione della renania vestfalia. In pochi anni questi giovani ragazzi hanno raccolto numerosi premi, suonato accanto a band note in Germania come Mighty Oaks e The Temper Trap e sono saliti sui palchi dei principali festival europei come The Great Escape, Lollapalooza, Rock am Ring oltre a registrare il tutto esaurito nei loro primi tour da solisti che li hanno portati a suonare in tutta Europa.

Ora, dopo più di 350 concerti e aver passato il tempo necessario in studio per definire al meglio il loro sound, sono pronti per il grande passo presentando al pubblico un album che raccoglie i brani che li hanno fatti conoscere e amare in questi due anni. Avevamo infatti conosciuto la band nel 2018 con il singolo “Wild stare”, un brano pop alternative dal sapore malinconico ma capace di dare speranza in ogni nota che era arrivato ai primi posti nella classifica dei brani più programmati dalle radio italiane. I richiami musicali erano già diversi dalle altre band in circolazione: il pop alternative americano e inglese, un tocco di folk, un tocco di elettronica, la ritmica che guidava il pezzo e una linea vocale accattivante e al centro della sua estetica. Con “HEAT UP” – singolo attualmente in rotazione radiofonica – la band ha poi rotto ancora di più le barriere tra i generi: un’accurata scrittura viaggia mano nella mano con un suono dal gusto progressive e i due aspetti convivevano perfettamente. La canzone era caratterizzata da una euforica urgenza e da un sound tra il funky e la house che spiega il perché la band sia riuscita a superare i confini della Germania.

WILD STARE” era arrivato dopo la pubblicazione nel 2015 del primo EP “The Times Are Bursting the Lines” e nel 2016 dell’Ep “New Estate” che avevano catapultato questi 5 giovani musicisti di Hamm sui palchi dei principali festival europei regalando loro l’appellativo di Europe’s most promising newcomers. Dopo “WILD STARE” la band non si è più fermata e ha pubblicato i brani “Watershed”, “What I Know Is All Quicksand”, “Heat Up” e “Misinterpretations”. Per vederli dal vivo bisognerà aspettare il 2021 ma nel frattempo sono state già annunciate due date italiane, Il 1 aprile a Bologna e il 2 aprile a Milano.