Il Malandrino – I giorni comunque belli

Michele Calabrò in arte Il Malandrino, rappresenta l’esempio di come si può essere eclettici nel mondo musicale senza apparire una cosa buffa. Michele, è un cantautore torinese, con alle spalle due dischi con i Malibu Stacey, band punk-rock fondata da lui stesso. E se appunto l’artista torinese ha cominciato con il rock, con il suo primo album solista, “I giorni comunque belli”, il Malandrino spazia dal pop (“Nei tuoi ricci” sembra ispirarsi a Cosmo), all’elettronica al punk. Il disco si compone di nove canzoni per circa 36 minuti, e in esso si ascoltano suoni mai sentiti nei precedenti lavori del Malandrino perchè qui c’è dell’elettronica (molti sintetizzatori), pop e r’n’b che rivelano l’anima intima dell’artista torinese. E se i testi alle volte potrebbero essere migliori, musicalmente i pezzi funzionano, veri e propri prodotti pop.

La tracklist

  1. I tuoi ricci
  2. Non chiedermi di più
  3. Innamorati di me
  4. Panda granata
  5. L’America
  6. Primo sguardo
  7. Di notte
  8. Profumo di legno
  9. Un giorno sarò vecchio